Skip to content Skip to footer

Alla Vinoway Wine Selection 2022, la Sardegna si conferma grande terra di vini eccelsi e fa il pieno di premi.

La Cantina Argiolas di Serdiana è stata premiata “Miglior Cantina dell’anno”, l’enologo Sardo Andrea Pala è stato premiato come Miglior Giovane Enologo e la Cantina Arvisionadu di Benetutti (SS) è stata premiata con il Riconoscimento “Vino Novità dell’Anno”.

Nella foto Marinela Ardelean, che ha consegnato i diplomi: all’enologo Mariano Murru (alla sua sinistra), per la “Miglior Cantina Italiana ” conferito alla Cantina Argiolas di Serdiana (CA) e all’enologo Andrea Pala (alla sua destra) “Miglior Giovane Enologo Italiano“.

Nella foto: Pierluigi Mulas, Responsabile Marketing e Pubbliche Relazioni della Cantina Arvisionadu di Benetutti (SS), riceve il Riconoscimento di VINO NOVITÀ DELL’ANNO dalle mani di Marinela Ardelean.

Professionale e sentita la dichiarazione del presidente nazionale di Vinoway Davide Gangi, che ha definito la Sardegna Terra di eccellenza vitivinicola:
“La Sardegna ha dimostrato, nel corso del tempo e degli anni, di offrire un’idea enologica innovativa ed altamente qualificata – sembra quasi che, nel 90% dei casi, ogni vino imbottigliato a vetro dell’Isola sia di grande eleganza e qualità. Con assoluta certezza si può affermare che oggi dovrebbe essere d’esempio per numerose regioni che mirano ad una visione d’ eccellenza vitivinicola”.

Così, la Sardegna del vino, per l’ennesima volta, è stata grande protagonista a Bari alla Vinoway Wine Selection 2022; infatti, l’azienda Argiolas Winery di Serdiana è stata premiata come “MIGLIOR CANTINA ITALIANA”. A ritirare il premio è stato l’enologo della cantina Argiolas, Mariano Murru, consigliere nazionale di Assoenologi e presidente di Assoenologi Sardegna. Murru, fu premiato l’anno scorso alla manifestazione Vinoway Wine Selection 2021 come “Miglior Enologo d’Italia”.

La Cantina Argiolas, di cui Mariano Murru è anche direttore tecnico, si è imposta conquistando il 2° posto con l’etichetta del Cerdeña Vermentino di Sardegna 2017 nella selezione dell’Università IULM, specializzata in neuromarketing. La IULM, ha avuto il compito di valutare tra le etichette presenti, quelle più comunicative e capaci di trasmettere emozioni al potenziale acquirente di quel vino.

Oltre 50 i vini sardi “molto apprezzati dagli esperti degustatori”, che hanno ricevuto voti eccellenti, ovvero superiori ai 91 centesimi. La più premiata è stata sempre la Cantina Argiolas, che su dieci vini presentati, cinque, hanno ottenuto oltre 91 centesimi e cinque, hanno superato la soglia dei 95.

L’Enologo Mariano Murru ha commentato così:
“Le parole del presidente Gangi riempiono di orgoglio tutto il mondo enologico sardo, sono parole preziose che ci invogliano a fare sempre meglio. Il fatto che i vini sardi siano stati così tanto graditi, confermano le grandi potenzialità della nostra Isola e il lavoro di qualità in vigna e in cantina di professionisti sempre più stimati che valorizzano l’inestimabile tesoro enologico, ovvero la grande biodiversità, con gli oltre 200 vitigni autoctoni finalmente riscoperti e apprezzati”.

Altro protagonista per la Sardegna e stato l’enologo Andrea Pala, 34 anni, di Luras, Presidente Nazionale dell’Assoenologi Giovani. Pala è stato premiato come “MIGLIOR GIOVANE ENOLOGO ITALIANO 2021“.


“VINO NOVITÀ DELL’ANNO” è stato il G’Oceano 2018 Vigna Sennore” un vino “IGP Isola dei Nuraghi”, prodotto da uve bianche, donate dal rarissimo vitigno storico Arvisionadu, un “UNICUM” della viticoltura Sarda.
G’Oceano 2018 “Vigna Sennore è prodotto dalla CANTINA ARVISIONADU DI BENETUTTI. L’azienda vitivinicola è nata dalla passione per il vino e la viticoltura di due amici medici, Pino Mulas e Angelo Taborelli, che si avvalgono, non per caso, proprio dell’esperienza professionale del bravissimo enologo Andrea Pala.

Inoltre, grande successo ha riscosso la più grande Masterclass mai realizzata nel mondo del vino italiano, svolta il 3 ottobre durante la seconda giornata della Vinoway Wine Selection 2022, presso il The Nicolaus Hotel di Bari. All’evento erano presenti tutti gli enologi e i vignaioli premiati da Vinoway Italia nel corso di questi anni, che hanno presentato le loro migliori referenze.

L’evento ha visto la partecipazione straordinaria di Famiglia Cotarella, con l’enologo Pier Paolo Chiasso e la partecipazione di:


Marco Mascellani – Miglior Giovane Enologo 2019
Gratticiaia IGT Salento 2016 – Agricola Vallone
Ora Fiano DOC Terra d’Otranto 2020 – Menhir Salento (in anteprima assoluta per Vinoway).


Nicola Biasi – Miglior Giovane Enologo 2020
Vin de la Neu 2019 – Nicola Biasi
Aransat 2020 – Nicola Biasi.


Andrea Pala – Miglior Giovane Enologo 2021
G’Oceano Vigna Sennore 2018 – Cantina Arvisionadu
Burattini Doc Maremma 2018 – Guido F. Fendi.


Umberto Trombelli – Miglior Enologo 2019
Bianco dell’Arnasa IGT Veneto 2020 – Castello di Roncade Coru Mannu DOC Carignano del Sulcis 2019 – Az. Agr. Bacchera.


Mariano Murru – Miglior Enologo 2020
Senes Cannonau di Sardegna riserva 2017 – Argiolas
Cerdena Vermentino di Sardegna 2017 – Argiolas.


Beppe Caviola – Miglior Enologo 2021
Bric du Luv 2017 – Ca’ Viola
Barolo Sottocastello 2017 – Ca’ Viola.


Walter Massa – Miglior Vignaiolo 2020
Bigolla Barbera 2004 – Walter Massa (in esclusiva per Vinoway) Sterpi Timorasso 2017 – Walter Massa.


Marilena Barbera – Miglior Vignaiola 2021
Fuori Zona IGT Terre Siciliane 2020 – Cantine Barbera Dietro le Case DOC Menfi 2020 – Cantine Barbera.


Pier Paolo Chiasso -Ferentano IGP Lazio 2017 – Famiglia Cotarella – Montiano IGT Lazio 2017 – Famiglia Cotarella

La manifestazione Vinoway Wine Selection 2022 è stata presentata da: Gioacchino Bonsignore, Isabella Perugini, Marinela Ardelean, Marco Carapacchi.

Food and Wine Web Magazine

ORGANO UFFICIALE DI
EPULAE ACCADEMIA ENOGASTRONOMICA INTERNAZIONALE

Direttore Responsabile
Angelo Concas

Pagina Facebook

segui la nostra pagina