Quando il lavoro in vigna e in cantina viene premiato

Cantina Teo Costa: i giardini dell’oro e dell’argento.
Quando il lavoro in vigna e in cantina viene premiato

Cantina Teo Costa: i giardini dell’oro e dell’argento.

In copertina Viviana e Isabella Costa Articolo di Fabrizio Salce. Due ori e due argenti al CMB "Concours Mondial de Bruxelles" Le vigne non sono forse degli splendidi giardini? Certo, necessitano del lavoro attento e rispettoso dell’uomo, ma poi indubbiamente diventano tali; con la loro profonda capacità di ammaliare il turista che li osserva. Sono un piacere per gli occhi e per l’anima, angoli di pace e armonia, dispensatrici di frutti generosi dal valore naturale. Ritorna l’opera dell’uomo, che con quei frutti e la sua esperienza ne crea vini pregiati, a volte unici. Gli acini e gli uomini si comprendono, si accettano; i primi mettono in atto la loro saggezza, la capacità di valutare l’essenziale e l’importante; i secondi donano la loro innata cortesia...