Skip to content Skip to footer

Conferito all’enologo Andrea Pala Il premio Franz Haas.

Nuovo riconoscimento per l’enologo sardo Andrea Pala: premio Franz Haas per aver meglio incarnato in Italia i valori del pioniere altoatesino, re dei Pinot Nero.

Franz Haas, Enologo,winemaker, produttore e vignaiuolo. Innovatore e rivoluzionario. Conosciuto in tutto il mondo per le sue etichette di Pinot nero, tanto da essere unanimemente considerato il re di questa tipologia di vitigno, è stato il proprietario di una delle principali e più conosciute cantine altoatesine.

Franz Haas è stato questo e molto di più. Scomparso improvvisamente qualche mese fa, Haas ha lasciato un’eredità pesante a tutti coloro che hanno l’ambizione di creare in bottiglia “il vino perfetto”.​

Non è un caso che Wine Experience di Oschiri, il più importante evento dedicato al vino in Sardegna, capace di attrarre ogni anno migliaia di visitatori, ha istituito un premio dedicato a chi in Italia ha meglio incarnato i valori del pioniere altoatesino, un premio creato per ricordare una personalità unica.

Ad attribuirsi il premio è stato il gallurese Andrea Pala, eletto miglior giovane enologo in Italia e da anni consulente di importanti aziende viticole, sparse in varie regione dello “Stivale”.

Andrea Pala al centro, riceve dalle mani del Presidente Assoenologi Sardegna Mariano Murru, chiamato sul palco per la consegna del Premio Franz Haas da Tigellio Danese, ideatore e Presidente del Wine Experience di Oschiri.

Sul palco da sinistra: Tigellio Danese, Mariano Murru, Andrea Pala e Andrea Moser, allievo dello scomparso Franz Haas.

Sul palco da sinistra: Tigellio Danese, Mariano Murru, Andrea Pala, Andrea Moser e Giuseppe Carrus, Curatore Nazionale della Guida Vini d’ Italia del Gambero Rosso.

Il 2022 è stato un anno importante per Andrea Pala grazie ai numerosi premi che i suoi vini hanno ottenuto nei più importanti concorsi nazionali ed internazionali. Un anno caratterizzato sempre di più dallo studio, dalla ricerca e dalla sperimentazione. Come dimostra il progetto realizzato nell’isola di Culuccia, davanti all’arcipelago della Maddalena, nel Nord Sardegna, dove è stato recentemente imbottigliato un vermentino le cui uve, dopo essere state chiuse in nasse per ostriche, sono state immerse per un breve periodo in mare, per poi essere vinificate con sapienza da Andrea Pala, che ha dato alla luce il vino Vermentino Donna Ma’ Isola dei Nuraghi IGT. Donna Ma‘ ancora prima di essere messo in commercio è stato già premiato dagli Esperti Degustatori dell’Accademia Internazionale Epulae, con il riconoscimento di “Pezzo da 90 dell’Enologia Italiana” e con il Diploma Anfora di Platino, per aver ottenuto il fantastico punteggio di 98.5/100.

Ricerca e sperimentazione, dunque, con l’obiettivo di creare vini di grande qualità capaci di imporsi sul mercato internazionale grazie alle più svariate tecniche di cantina e alla ricerca di nuove strade. L’enologo sardo Andrea Pala, ha decretato Wine Experience, è la personalità che più di tutte ha interpretato lo spirito del grande Franz Haas.