Skip to content Skip to footer

Cortina regina del gusto

di Leonardo Felician



Il secondo fine settimana di settembre è un momento di festa a Cortina che coinvolge gli ospiti italiani e stranieri, ma soprattutto i locali. Giunta alla sesta edizione in una giornata di sole movimentata da qualche nuvola, la StrEat Lunch è stata un’opportunità di vedere in piazza sotto l’alto campanile della chiesa parrocchiale e davanti alla Ciasa de ra Regoles, la sede storica e museale delle Regole d’Ampezzo, non una, ma ben sette stelle Michelin, guadagnate da chef provenienti da vari ristoranti stellati del Triveneto che si presentano per un evento show cooking dal palco insieme ai migliori rappresentanti della gastronomia cortinese. Un imponente parterre di sponsor sostiene la manifestazione, inaugurata dal sindaco di Cortina Gianluca Lorenzi che con poche parole non di circostanza ha voluto sottolineare lo spirito unico di questo momento di incontro che va sotto l’insegna di Queen of Taste per celebrare Cortina regina delle Dolomiti e in pieno fervore di attività preparatorie per l’imminente edizione delle Olimpiadi invernali del 2026.



Gli aperitivi serviti in piedi sono stati accompagnati da una degustazione di prosecco proposta dal Consorzio Prosecco DOC di Treviso e da alcune proposte finger food preparate da tutto il team di cuochi. Il pranzo il tavolo si è aperto poi con l’antipasto di Lionello Cera, due stelle dell’Antica Osteria Cera di Lughetto(VE), una ricciola al fumo con ceviche di riccio in salsa ventresca. È stato poi il turno di Davide De Pra, veneto originario di Falcade e chef insieme a Matteo Metullio nel due stelle Harry’s Piccolo in piazza Unità d’Italia a Trieste: il suo spettacolare risotto con acqua di pomodoro, plancton, acciughe, basilico e capperi ha suscitato l’entusiasmo dei presenti. Graziano Prest, ventennale stella Michelin del ristorante Tivoli di Cortina, ha preparato dei delicati ravioli del plin di coniglio, con salsa allo zafferano del Cadore, polvere di Kafa Forest Coffee e sprugnole. E’ stato poi il turno di Raffaele Ros di Scorzé(VE) con la pressata di vitello all’Amarone, mostarda e sedano rapa; anche il dessert, era stellato ed estremamente originale: Renzo Dal Farra della Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago(BL) ha servito un’ultra cremosa, vellutata e soffice Namelaka al cocco con gel alla menta, salsa di liquirizia e sorbetto al finocchio. Il pranzo è stato accompagnato da Malvasia e uvaggi di bianco del Consorzio Collio, mentre la carne è stata accompagnata da uno spettacolare Amarone della Valpolicella DOCG Classico Riserva 2013 Corte Brà della cantina veronese Sartori di Negrar(VR) con wine shop a Pedemonte di S.Pietro in Cariano(VR). L’appuntamento per gli appassionati è al prossimo anno.

Info:

www.dolomiti.org/it/cortina

www.comunecortinadampezzo.bl.it

www.collio.it

www.sartorinet.com