Skip to content Skip to footer

Evento “I Pezzi da 90 dell’Enologia Italiana di Epulae”.

A Poggio dei Pini – Capoterra ( CA), l’otto luglio, si è svolto in Piazza Ricchi un evento di assoluto prestigio che ha visto coinvolte numerose cantine sarde e italiane. Un’occasione per gli amanti del buon vino unica. Infatti, in degustazione libera c’erano ben 190 vini premiati da Epulae con le seguenti valutazioni: da 92 a 94.9/100 Diploma Anfora d’Argento, da 95 a 97.9 /100 Diploma Anfora d’Oro e da 98 a 100/100 Diploma Anfora di Platino. Tutti questi 190 vini premiati, su circa 800 degustati, sono stati ritenuti dalla commissione degli esperti degustatori di Epulae “Pezzi da 90 dell”Enologia Italiana”, un progetto di Epulae nato nel 2018.

il punteggio minimo stabilito da Epulae di 92/100 è sicuramente il più alto in assoluto, confrontato con i vari concorsi enologici a livello nazionale e mondiale che rilasciano l’Argento a partire già da circa 85/100. La scelta del punteggio minimo, così alto, stabilito da Epulae è, dettata dal fatto che il riconoscimento viene rilasciato solo ai vini ritenuti “Pezzi da 90”, ovvero, vini, capaci di dare al degustatore, grandi emozioni gustative indimenticabili.

L’indicazione data da Epulae alle cantine invitate a inviare i loro vini (a titolo esclusivamente gratuito), era quella di fare pervenire al Centro Studi Nazionale di Epulae, solo i vini, che loro stessi ritenevano potenzialmente “Pezzi da 90”.

La qualità della maggior parte dei vini degustati, infatti, è stata di altissimo livello, tantissimi vini, purtroppo non hanno ottenuto il Diploma di Anfora d’Argento per uno o due centesimi in meno di valutazione.

Il pubblico ha potuto abbinare ai vini in degustazione una selezione di importanti formaggi ovini, con forme di grande pezzatura, come il Pecorino Romano del Consorzio di Tutela del Pecorino Romano DOP e il GRANNURRI del caseificio di Nurri.

La serata è stata arricchita dal nuovo spettacolo (in anteprima per Epulae) di Alverio Cau “Show Cau m’Alverio”. Il bravissimo Alverio è, riuscito a coinvolgere in alcune perfomance con ballo, anche le bambine presenti tra il pubblico.

Un sentito grazie a Telesardegna, a Valerio Vargiu, autore del programma Panorama Sardo, a Umberto Palumbo che ha curato questo bellissimo servizio e al Cameraman Antonio Carta per le belle riprese.