Skip to content Skip to footer

Da Vinodabere, a cura di Maurizio Valeriani e Antonio Paolini, la “Guida ai Migliori Vini della Sardegna 2021”.

Gli Applausi e le Standing Ovation della Guida ai Migliori Vini della Sardegna 2021 di Vinodabere a cura di Maurizio Valeriani e Antonio Paolini.

È con vero piacere che pubblichiamo la terza edizione della Guida ai Migliori Vini della Sardegna 2021, curata dagli Amici di Vinobere, Maurizio Valeriani e Antonio Paolini, con la collaborazione di uno staff affiatato e competente. La guida suddivisa per denominazioni vede in prima uscita i Migliori Cannonau di Sardegna.

A Vinodabere, tanti “Applausi e Standing Ovation” dalla Redazione di Epulae News.

Introduzione

Siamo ormai giunti alla terza edizione della nostra Guida ai Migliori Vini della Sardegna, curata da Maurizio Valeriani e Antonio Paolini. Un monitoraggio ormai consolidato e ricco di soddisfazioni dei risultati raggiunti dalla regione, vero e proprio piccolo continente, che continua a dare prove convincenti di un diffuso e crescente livello qualitativo. Esaltato anche da nuovi produttori che si affacciano sul mercato da subito con vini interessanti e a volte eccellenti, a dimostrazione della vocazione territoriale e della validità del percorso intrapreso. Così da qualche tempo capita di trovare straordinari Cannonau ad esempio anche in Gallura o fantastici Vermentino anche nel centro o nel sud dell’Isola. Anche la crescita del numero di aziende è un segnale incoraggiante e significativo. E in questa edizione il numero dei vini raccontati doppierà il capo delle 150 unità.

Metodologia

Iniziamo dall’impostazione che vede confermate le scelte principali. L’obiettivo rimane quello di rivolgersi al consumatore finale, ai ristoratori e tutti gli esercenti dei circuiti commerciali che ruotano attorno al vino. Che abbiamo dunque messo al centro del nostro lavoro, creando delle classifiche per tipologia ed insiemi omogenei, provando a rispondere alle esigenze di chi vuole orientarsi nell’acquisto di una bottiglia o nella costruzione di una cantina o anche di una carta dei vini se titolare di un locale. Non mancano le descrizioni delle aziende e le loro storie, ma solo dopo ciascun vino recensito; per questo alcune – quelle di cantine presenti con più vini – saranno ripetute per non costringere il lettore ad andare a cercarle altrove nella Guida.

Che quest’anno inaugura anche una importante novità: cioè l’utilizzo di alcuni simboli per spiegare ancora meglio le differenze qualitative tra i vini recensiti.

E abbiamo scelto di fare riferimento ad un mondo diverso da quello enoico, e vicino a quello delle emozioni di tutti i giorni, attribuendo 1 applauso  per quelle etichette che si attestano tra i 90 ed i 94,9 centesimi (vini decisamente buoni), 2 applausi tra i 95 ed i 97,9 (vini ottimi), ed una standing ovation  tra 98 e 100 (vini eccellenti). I punteggi, essendo frutto di una media di degustazione in panel, possono prevedere anche i decimi di punto. Le  classifiche sono in ordine decrescente.

Per rendere più compiutamente comprensibili e trasparenti le nostre valutazioni vi ricordiamo che abbiamo usato una scala di punteggio internazionale (quindi mediamente leggermente più alta di quelle in uso in Italia) e che tutti gli assaggi sono stati svolti rigorosamente alla cieca presso l’Osteria Poerio di Roma, che ringraziamo per l’ospitalità.

La Squadra

I testi che leggerete in Guida sono di: Carlo Bertilaccio, Salvatore Del Vasto, Maurizio Gabriele, Daniele Moroni, Gianmarco Nulli Gennari,  Antonio Paolini, Emanuela Pistoni, Stefano Puhalovich, Franco Santini, Marco Sciarrini, Gianni Travaglini, Maurizio Valeriani.

Hanno completato il panel di assaggio: Carlo Dugo e Giuseppe Picconi.

La Classifica dei migliori Cannonau

Continua il percorso di miglioramento qualitativo intrapreso dalle aziende sarde nella produzione del Cannonau. Molto lontano nel tempo appare il modello di vini alcolici, maturi e sovraestratti ed ormai succosità ed eleganza sono le caratteristiche principali del nuovo stile, al punto da spesso eguagliare ed  a volte superare diverse Grenache dei cugini francesi. Ben 40 sono i vini che hanno superato i 90 centesimi e 7 di questi hanno raggiunto la nostra standing ovation.

40)Cannonau di Sardegna Aristo 2017 – Evaristiano  90,4/100 (territorio/zona: penisola del Sinis), prezzo a scaffale enoteca 16 euro

Maturato e affinato in vasche di acciaio e per alcuni mesi in bottiglia prima della commercializzazione questo cannonau, che nel nome Aristo evoca il personaggio raffigurato sulle monete battute a Karales (antica Cagliari) tra il 42 ed il 36 a.C., si contraddistingue per piacevolezza e lunghezza gustativa. Frutti rossi, accenni agrumati, spezie dolci anticipano un sorso intenso, pieno, fresco, connotato da una lunga persistenza nel finale.

L’Azienda: Società Agricola Evaristiano

STABILIMENTO ENOLOGICO

Loc Is Araus SP10  Km 10.500  09070  San Vero Milis (OR)

SEDE LEGALE

Società Agricola Evaristiano sas

via E. Madeddu 14   09170  ORISTANO

www.cantinaevaristiano.it

email: [email protected][email protected]

Il rispetto per la terra e per l’uomo sono valori imprescindibili della Cantina Evaristiano nata negli anni ‘90, ma dalla storia più antica risalente al 1939, quando Padre Evaristo Madeddu e Beniamina Piredda crearono la Compagnia del Sacro Cuore con l’obiettivo di aiutare la comunità attraverso un progetto di educazione formazione e lavoro al sostegno dei bisognosi.

A Putzu Idu, nella costa occidentale della Sardegna,  gli attuali 20 ettari di vigneti, su terreni principalmente franco – argillosi, sono   allevati nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale, dei cicli della natura e con certificazione biologica.

Tutta la produzione è incentrata sull’utilizzo di soli prodotti naturali e con un’attenzione anche per il risparmio energetico.

—————————————————————————————————————————————-

39) Cannonau di Sardegna Serenata 2018 – Silvio Carta: 90,6/100  (territorio/zona del vigneto: Alghero) prezzo a scaffale enoteca 13 euro. Profumi di frutta dolce e matura (ciliegia, amarena), note di pepe, rosmarino e agrumi con toni balsamici. Corposo, scorre nel palato fresco, asciutto, sapido, con un finale di grande lunghezza di macchia mediterranea e ciliegia sotto spirito.

L’azienda:  Silvio Carta

S.P. 12 km 7,800 , 09070 Zeddiani (OR) Sardegna – Italia

email: [email protected]

tel. +39 0783.410314

Fondata nel 1929 a Baratili San Pietro (OR), la cantina di Silvio Carta – oggi guidata dal figlio Elio – è nata con lo scopo di valorizzare la Vernaccia, il suo vino bandiera, di cui è uno dei massimi rappresentanti in Sardegna. Parallelamente ha sviluppato una gamma di vini e spirits derivati da vitigni (vermentino, cannonau, monica, cagnulari) e bacche locali (mirto e ginepro in primis). Il Cannonau Serenata proviene da uve della zona di Alghero.—————————————————————————————————————————————-

38) Cannonau di Sardegna Cerasio 2019 – Pedres 90,8/100   (territorio/zona: Comune di Monti- Gallura), prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Ottenuto dai vigneti del territorio gallurese a 300-350 mt sul livello del mare e affinato in botti di rovere per 6-8 mesi rivela al naso avvolgenti profumi di frutti rossi, note speziate e piacevoli richiami agrumati. All’assaggio è caldo, pieno, morbido, con una piacevole progressione fresco- sapida del sorso. Lunga la persistenza nel finale.

L’Azienda: Pedres

Via Mincio, 42, Zona ind.le Sett. 7, 07026 Olbia, Sardegna (Italy)

+39 0789 595075

[email protected]

Dal 2002 la Cantina Pedres di Olbia, nata grazie alla perseveranza e lungimiranza di Giovanni Mancini, il più giovane di una famiglia dalle antiche tradizioni vitivinicole, ha avviato la propria avventura caratterizzata da una produzione di vini ottenuti da uve selezionate di provenienza esclusivamente Gallurese.

Vermentino, Moscato, Cannonau, Cabernet, Merlot, Sirah e Sangiovese, le uve allevate nei circa 40 ettari di proprietà nel cuore della Gallura ad un’altitudine di circa 300 m sul livello del mare.

A coadiuvare Giovanni in azienda è la figlia  Antonella che ha intrapreso un importante processo di rinnovamento tecnologico della cantina, con investimenti che hanno interessato sia il sistema di produzione che i vigneti.

—————————————————————————————————————————————-

37) Cannonau di Sardegna Cortes 2019 – Vini Mura 91,1/100(territorio/zona : Gallura) prezzo a scaffale enoteca 15 euro

Un soffio agrumato insieme a ricordi di frutti rossi regala una significativa profondità a questo vino che sembra nascere direttamente dalla macchia mediterranea. Elegante potente e persistente.

L’Azienda:Vini Mura

Località Azzanidò
07020 Loiri-Porto San Paolo
Cel: +39 340 2602507 / +39 347 4527979

L’enologa Marianna Mura insieme al fratello Salvatore conducono questa dinamica cantina gallurese, che si trova non molto distante dall’aeroporto di Olbia, e che si destreggia con abilità tra Vermentino, Cannonau e Bovale Sardo. Parliamo di 20 ettari vitati, su terreni tendenzialmente argillosi e ricchi di granito con buona percentuale di sabbia.

—————————————————————————————————————————————-

36) Cannonau di Sardegna Zojosu 2018 – Masone Mannu 91,4/100(territorio/zona : Gallura) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Proveniente da un unico vigneto a piede franco, al naso emergono la macchia mediterranea, i frutti rossi, cenni di agrumi e una nota balsamica e fumé. Manifesta tipicità e carattere nel palato, tannini fini e ben amalgamati, con un finale molto lungo, iodato e minerale.

L’azienda:  Masone Mannu

S.S. 199 km 48, Monti (OT) – Italia

email: [email protected]

tel. +39 0789 47140

L’azienda, fondata nel 1960 come podere agricolo, nel 2000 inizia l’attività vitivinicola e nel 2018 viene rilevata da Gaetano Emendatori già titolare della Tenuta biodinamica Mara in Romagna. I circa 40 ettari vitati (principalmente Vermentino e poi Cannonau, Carignano, insieme a Bovale Sardo, Merlot e Cabernet Sauvignon) si trovano a 200 metri s.l.m. in Monti, in provincia di Olbia Tempio e sono coltivati secondo principi di ecosostenibilità.

—————————————————————————————————————————————-

35) Cannonau di Sardegna Riserva Kuentu 2015 – Atha Ruja 91,6/100 (territorio/zona : Dorgali) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Avvolgenti profumi di frutta rossa matura e di macchia per un vino minerale ed appagante.
Finale agrumato, sapido, e persistente con frutta secca in evidenza.

L’Azienda: Atha Ruja

Via Oddoene, Dorgali (NU) ITALY

email:[email protected]

Tel. +39 347 8693936

Pietro Pittalis e Annita Salis hanno dato vita a questa azienda negli anni ’90 a Dorgali, nella splendida e vocatissima Valle di Oddoene, (praticamente un cru per il Cannonau)  in un paesaggio quasi lunare. Si seguono i dettami dell’agricoltura biologica. La consulenza enologica è di Marco Bernabei.—————————————————————————————————————————————-

34) Cannonau di Sardegna I Fiori 2019 – Pala 92/100 (territorio/zona: Località “Is Crabilis” (Serdiana) e “Acquasassa” (Ussana)) prezzo a scaffale enoteca 10 euro circa.

Affinato in contenitori di acciaio inox e in vasche di cemento per almeno 6 mesi per poi essere imbottigliato e subire un’ulteriore maturazione in bottiglia di circa 3 mesi prima della messa in commercio, regala al naso intense percezioni di agrumi, ciliegie, more, accenni speziati e richiami di macchia mediterranea. Al sorso è fresco, succoso, di gran corpo e con una intrigante progressione iodata. Lungo il finale con richiami di frutti rossi. Un cannonau di grande eleganza.

L’Azienda: Pala

Via Verdi, 7

09040 Serdiana

Tel +39 070 740284

E-mail: [email protected]

Mario Pala rappresenta la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita alla viticoltura e inscindibilmente legata alla terra di Sardegna. Nel 1950, con la prima vendemmia, iniziava la storia aziendale che oggi vede Mario affiancato dalla moglie Rita e dai figli Massimiliano, Maria Antonietta ed Elisabetta sempre più attenti a produrre  vini che siano fortemente espressivi del territorio, nel pieno rispetto tradizioni vitivinicole tramandate. Nel 2020 si sono spente le candeline per festeggiare la settantesima vendemmia.

—————————————————————————————————————————————-

33) Cannonau di Sardegna Nau 2019 – Mora&Memo 92,1/100  (territorio/zona: Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 18 euro

Cannonau di grande armonia gustativa ottenuto da uve provenienti da vigneti di oltre trent’anni, coltivate a un’altitudine di circa 200 metri, su terreni calcareo-argillosi ricchi di scheletro. Matura in legno per circa tre mesi e in vasche inox per altri sei mesi. L’affinamento prosegue poi in bottiglia per alcuni mesi, prima della messa in commercio. Al naso evidenzia intensi profumi di frutti rossi, accenni agrumati e note speziate. Il sorso è caldo, pieno, morbido, armonico. Lungo il finale dai richiami iodati.

L’Azienda: Mora&Memo

Via Verdi, 9  – 09040 Serdiana

tel +39 33 119 7 2266

email: [email protected]

La tenuta Mora&Memo si trova a Serdiana, a sud est dell’Isola di Sardegna. I vigneti con un’età media di circa 30 anni, coprono una superficie di circa 40 ettari, a pochi chilometri, in linea d’aria, dal mare, su terreni argillosi, sabbiosi e calcarei. Vermentino, cannonau, monica e alcuni vitigni internazionali, costituiscono il panorama ampelografico aziendale. Tutti i vini sono prodotti con uve coltivate secondo i metodi della lotta biologica integrata, secondo quella che è la filosofia di  Elisabetta Pala, ovvero quella di “fare vini capaci di esprimere la mia terra ma anche il mio carattere”.

Davvero interessanti le raffigurazioni in etichetta scelte per rappresentare i singoli vini. Ai quattro mori, bandiera e simbolo della Sardegna, Mora&Memo contrappone, in modo originale e creativo, le Bandidas, dei personaggi creati dall’estro di Katia Marcias raffiguranti le orgogliose donne sarde ispirate ai grandi valori arcaici della donna nuragica.

—————————————————————————————————————————————-

32) Cannonau di Sardegna Polinas 2018 – Polinas  92,3/100 (territorio/zona: Bonnanaro) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Ottenuto dai vigneti in Località Monte Santo a Bonnanaro,  si concede al naso con intensi profumi di frutta rossa, amarene e note agrumate in una cornice di delicata speziatura (pepe nero). Il sorso  succoso, pieno, sapido e avvolgente conduce ad un finale di intrigante persistenza. Un Cannonau di grande carattere

L’Azienda: Polinas

Azienda vitivinicola Polinas Wines | Sebastiano e Giovanni Polinas

Sede Legale:
via Marzabotto, 7 Castellammare del Golfo – TP – Sicily, Italy

Sede operativa:
Via Roma, 9 Bonnanaro – SS – Sardinia, Italy

mail: [email protected]

Sebastiano Polinas +39 338-7519148
Giovanni Polinas +39 340-2826139

Giovanni e Sebastiano Polinas, figli di numerose generazioni di viticoltori in Sardegna, sono tra gli artefici della rinascita della viticoltura di Bonnanaro. La riconversione dei vecchi vigneti di famiglia nel 2012, trasformati seguendo nuove tecniche agronomiche, ha portato alla nascita di nuovi appezzamenti sui quali vengono allevati i vitigni storici del luogo come il Vermentino, il Cannonau, il Nebbiolo, il Cagnulari ed il Moscato.

I terreni di Bonnanaro sono variegati e spaziano dalla sabbia vulcanica delle alte colline del Monte Pelau ai terreni calcarei e sabbiosi delle colline più dolci intorno al paese.

Dal Vigneto Funtana Janna, con il suo terreno sabbioso, sciolto su un fondo di marna calcarea, nascono il Vermentino, ed il Moscato bianco con il suo clone storico di Bonnanaro. Nel Vigneto di Badde Majore, su terreni sabbiosi e argillosi, si trova il Nebbiolo. Dal vigneto di Murunis (su suoli a medio impasto) nasce il Cagnulari. Infine il Cannonau viene dal vigneto sabbioso di Monte Santo, zona viticola più vocata del territorio Bonnanarese.

—————————————————————————————————————————————-

31) Cannonau di Sardegna Riserva Viniola 2015 – Cantina Dorgali: 92,5/100 (territorio/zona: Dorgali), prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Profumi di confettura di frutta scura (more, prugne), di spezie dolci e agrume, con cenni balsamici. Palato avvolgente, morbido e fruttato, di grande struttura, con un’ottima progressione e lungo finale di frutta secca.

L’azienda: Cantina Dorgali

Via Piemonte, 11, 08022 Dorgali (NU)

email: [email protected]

Tel.: 0784 96143

Un’eccellente realtà che testimonia la qualità produttiva e organizzativa delle cantine sociali in Sardegna. Fondata nel 1953, consta di 660 ettari appartenenti a 220 soci. I terreni, di origine granitica e vulcanica, si estendono dalla valle dell’Oddoene fin quasi al mare di Cala Cartoe, costituendo un terroir diversificato che dà origine ad una ampia gamma di vini, di cui però il Cannonau, trovandosi nella sua zona di elezione, è il principale beneficiario e protagonista assoluto.

—————————————————————————————————————————————-

30) Cannonau di Sardegna Arcanos 2016 – Murales 92,7/100  (territorio/zona vigneti di provenienza del vino: Sorso) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa

Un Cannonau che nasce da un bel suolo arnarico e calcareo su pendii dolci esposti a sud, nelle zone alte del territorio di Sorso. La vinificazione avviene in vasche acciaio inox termoregolate da 100 ettolitri dove riesce a mantenere freschezza del frutto, e si agevola la rotondità, affinamento di sei mesi in acciaio e tre mesi in bottiglia. Colore rosso rubino intenso, al naso intensi sentori fruttati di ribes, ciliegia ma anche tabacco e liquirizia, al palato freschezza e sapidità si percepiscono al primo sorso accompagnate da tannini morbidi e fini con un finale lungo e persistente.

L’Azienda: Murales

Localita Piliezzu, 1,

07026 Olbia SS

Tel. +39 393 923 1011

email: [email protected]

Piero Canopoli, enologo e sommelier, e la moglie Giuliana Dalla Longa, si sono trasferiti quasi 20 anni fa, da Varese in Gallura per dar vita a questa azienda che spazia a tutto tondo tra diverse varietà sarde (soprattutto Vermentino, Cannonau e Carignano) e internazionali (Viognier, Merlot, Cabernet Sauvignon e Syrah). Molto originali ed esteticamente curate sono le etichette che riprendono appunto il concetto dei murales.  Se vi recate in azienda non perdete l’occasione di fermarvi a pranzo alla Locanda Murales.

—————————————————————————————————————————————-

29) Cannonau di Sardegna Riserva 2016 – Pala 93/100 (territorio/zona: Is Crabilis, Serdiana) prezzo a scaffale enoteca 23 euro circa.

Un grande Cannonau che colpisce per struttura ed eleganza. Ottenuto da vigne di 35 anni, affina in botti di rovere francese da tremila litri per dieci mesi cui segue un affinamento in acciaio per altri tre mesi ed ulteriori tre mesi in bottiglia prima della commercializzazione. Cupo nel colore, intenso all’olfatto con intriganti sentori di spezie, agrumi, mora e piccoli frutti rossi. Il sorso avvolgente, dinamico con una buona progressione marina, non cela un’importante struttura ed una trama tannica che, pur presente, si rivela elegante e ben integrata. Lunga la persistenza nel finale. Chiude su note di frutta secca.

L’Azienda: Pala

Via Verdi, 7

09040 Serdiana

Tel +39 070 740284

E-mail: [email protected]

Mario Pala rappresenta la quarta generazione di una famiglia da sempre dedita alla viticoltura e inscindibilmente legata alla terra di Sardegna. Nel 1950, con la prima vendemmia, iniziava la storia aziendale che oggi vede Mario affiancato dalla moglie Rita e dai figli Massimiliano, Maria Antonietta ed Elisabetta sempre più attenti a produrre  vini che siano fortemente espressivi del territorio, nel pieno rispetto tradizioni vitivinicole tramandate. Nel 2020 si sono spente le candeline per festeggiare la settantesima vendemmia.

—————————————————————————————————————————————-

28) Cannonau di Sardegna Riserva Carnevale 2017 – Giuseppe Sedilesu 93,5/100  (territorio/zona: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 27 euro circa.

Il Carnevale è, tra le Riserve aziendali, anche se ricavato da vigne che hanno decine di anni di età,  il Cannonau più “moderno” dell’azienda. Si sente l’impatto più deciso del legno, sia nella speziatura netta all’olfatto, che in un finale elegante e un po’ “ammiccante”. Siamo comunque nel regno della misura e dell’equilibrio, con un profilo  “scuro”, con rimandi a grafite, china, prugna.

L’Azienda: Giuseppe Sedilesu

Via V. Emanuele II, 64, 08024 Mamoiada (NU)

email:[email protected]

tel: +39 078456791

Sedilesu è un nome ormai noto a tutti gli appassionati del buon bere. Un dei pochi “brand” capace di sdoganarsi al di fuori dei confini isolani, ottenendo anche un ragguardevole successo commerciale, senza mai snaturarsi e restando sempre sardo fino al midollo. I vigneti si trovano ad oltre 600 metri di quota, in quella aspra e fantastica terra da vino che è Mamoiada. Dai ceppi di alberello accuditi con cura e lavorati in maniera artigianale in cantina, escono fuori ogni anni rossi succosi, sapidi e sempre coinvolgenti. Prova ne sia il trittico over 93 punti che abbiamo inserito nella nostra selezione, con ben due vini che raggiungono il nostro riconoscimento di standing ovation.

—————————————————————————————————————————————-

27) Rosato Tziu Simone 2019 – Francesco Cadinu 93,6/100 (territorio/zona: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Da vigne di 70 anni, affinato per quattro mesi in castagno. È il vino della tradizione di Mamoiada, da stappare in occasione delle feste per accompagnare perfino i dolci, dotato com’è di un evidente residuo zuccherino. Di sicuro a tavola è molto versatile. Ha grande equilibrio, frutto nitido (in particolare frutti di bosco), sorso ricco e gustoso, chiusura fresca e saporita.

L’azienda: Francesco Cadinu

Via Vittorio Emanuele II, 37, 08024 Mamoiada (Nuoro)

email: [email protected]

tel. +39 329 090 6997

Da soli cinque anni Francesco Cadinu etichetta i suoi vini, eppure è già da considerare uno dei leader della vivace scena di Mamoiada, animata dalla meritoria Associazione Mamojà (di cui è presidente). Naturalmente il Cannonau fa parte da sempre della vita della sua famiglia (e di quella della moglie Simonetta). I vigneti di proprietà si estendono per 6 ettari, con un’età che varia dai 20 ai 120 anni, coltivati ad alberello con metodi tradizionali: si pratica ancora l’aratura con i buoi. Già dalla vendemmia 2020 la consulenza enologica è affidata al bravissimo Emiliano Falsini.

—————————————————————————————————————————————-

26) Cannonau di Sardegna Riserva Corona Majore 2016 – Tenute Soletta 93,8/100 (territorio/zona: Codrongianos/Florinas) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Questa Riserva ci regala tanti aromi di macchia mediterranea (mirto, rosmarino, cisto) insieme a nitidi sentori speziati. Il sorso è agile e scorrevole senza perdere di vista struttura e persistenza. Sapido, succoso, si caratterizza per eleganza e personalità.

L’Azienda: Tenute Soletta

Località Regione Signor’Anna – Codrongianos (SS)

Tel +39 079 435067

e-mail: [email protected]

Umberto Soletta, dopo la passione giovanile per i motori e per il rally, ha dato vita a metà anni ’90 a questa splendida realtà nella provincia di Sassari. Ed il lavoro in vigna è costante ed imponente. Ad aiutarlo c’è anche il padre che ha superato i 99 anni e che è ancora un caposaldo ed un riferimento per tutti. Da poco è disponibile anche un Wine Resort presso l’azienda.

—————————————————————————————————————————————-

25) Cannonau di Sardegna Thurcalesu 2018 – Berritta 94/100   (territorio/zona: Dorgali) prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Sentori di macchia mediterranea, spezie (pepe nero e cannella) e piccoli frutti rossi maturi in confettura. Sorso caldo, pieno ed equilibrato, con tannini levigati e sbuffi minerali. Vino dagli aromi ampi e complessi.

L’azienda: Berritta

Viale Kennedy 108, 08022 Dorgali NU Sardegna

email: [email protected], [email protected]

tel. +39 0784 95372, +39 377 325 6459

Antonio Berritta, vigneron e fondatore della cantina, impiantò i primi vigneti negli anni ’70, nella vallata di Oddoene, nell’agro di Dorgali, a poca distanza dal mare. I suoli ricchi di granito e calcare, uniti a un microclima caratterizzato da forti escursioni termiche, hanno reso la zona particolarmente adatta alla coltivazione del Cannonau (75% dei circa 10 ettari vitati). L’azienda, guidata oggi dai figli di Antonio, Francesco e Serena, produce in totale 30.000 bottiglie (Syrah e Panzale gli altri vitigni coltivati) ed opera in regime biologico.

—————————————————————————————————————————————-

24) Cannonau di Sardegna Sileno 2018 – Ferruccio Deiana 94,3/100 (territorio/zona: Parteolla) prezzo a scaffale enoteca 18 euro.

Terreni Calcarei e pietrosi con esposizione a nord-est. Fermentazione con macerazione lunga sulle bucce a temperatura controllata per 10 giorni, affinamento in acciaio a cui segue una breve evoluzione in legno. Colore rosso rubino intenso, al naso note intense di sottobosco e vegetali, con una leggera sensazione speziata, al palato piacevole sapidità, caldo e rotondo, con una notevole persistenza

L’Azienda: Ferruccio Deiana

Località Su Leunaxi, 09040 Settimo San Pietro CA

email: [email protected]

tel.+39 070749117

La cantina Ferruccio Deiana è situata presso il comune di Settimo S.Pietro in località Su Leunaxi, nel cuore del Parteolla e Basso Campidano, dove la sua struttura ricorda i vecchi casolari campidanesi e circondata da vigneti autoctoni Vermentino, Nasco, Malvasia, Moscato, Cannonau, Monica, Carignano ed anche con vitigni internazionali, in una cornice dove viti e ulivi si alternano. I vigneti risalgono ai primi anni 90, la cantina può contare oggi su cento ettari di vigne impiantati con un sistema di allevamento a Guyot.

—————————————————————————————————————————————-

23) Cannonau di Sardegna Zibbo 2018 – Cantina Canneddu 94,5/100  (territorio/zona: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 25 euro circa.

Da vigne di 60-80 anni, questo cannonau in purezza profuma di ciliege e ribes nero, con marcate note di spezie scure e liquirizia, chiude con una scia balsamica. Energico in bocca, di grande freschezza, con tannini vivi e serrati, un finale lungo con sfumature amarognole e di frutta secca.

Da vigne di 60-80 anni, questo cannonau in purezza profuma di ciliege e ribes nero, con marcate note di spezie scure e liquirizia, chiude con una scia balsamica. Energico in bocca, di grande freschezza, con tannini vivi e serrati, un finale lungo con sfumature amarognole e di frutta secca.

L’azienda:  Cantina Canneddu

Via Manno 69, Mamoiada (NU)

email: [email protected]

tel. Grazia +39 349 6852916; Marco +39 340 2872307

L’azienda della famiglia Canneddu si trova in uno dei luoghi più vocati per la coltivazione del Cannonau, a Mamoiada in provincia di Nuoro. Il microclima dettato dalla peculiare allocazione delle vigne – tra 650 e 900 m s.l.m. esposte al sole e al vento, con grandi escursioni termiche notte/giorno – mantiene le piante e le uve sane, al riparo da malattie senza bisogno di interventi chimici. Ma tutta la filiera produttiva dell’azienda, certificata biologica, è improntata all’ecosostenibilità: in vigna si ara con i buoi, si lavora e si vendemmia solo manualmente, in cantina si usano lieviti indigeni e le fermentazioni sono spontanee.

—————————————————————————————————————————————-

22) Cannonau di Sardegna Vigna di Isalle 2018 – Cantina Dorgali 95/100 (territorio/zona: Dorgali) prezzo a scaffale enoteca 10 euro circa.

All’olfatto domina la caratteristica macchia mediterranea (mirto, sottobosco), con corredo di frutti rossi e note floreali. Al gusto è materico, vigoroso, schietto e iperterritoriale, con grande persistenza iodata. Un vino di sostanza, molto buono e dal prezzo incredibile.

L’azienda: Cantina Dorgali

Via Piemonte, 11, 08022 Dorgali (NU)

email: [email protected]

Tel.: 0784 96143

Un’eccellente realtà che testimonia la qualità produttiva e organizzativa delle cantine sociali in Sardegna. Fondata nel 1953, consta di 660 ettari appartenenti a 220 soci. I terreni, di origine granitica e vulcanica, si estendono dalla valle dell’Oddoene fin quasi al mare di Cala Cartoe, costituendo un terroir diversificato che dà origine ad una ampia gamma di vini, di cui però il Cannonau, trovandosi nella sua zona di elezione, è il principale beneficiario e protagonista assoluto.

—————————————————————————————————————————————-

21) Cannonau di Sardegna Anzenas 2018 – Cantine di Dolianova 95,3/100 (territorio/zona: Parteolla) prezzo a scaffale enoteca 9 euro circa.

90% Cannonau, 10% uve rosse autoctone. Territorio caratterizzato da suoli di medio impasto composti da calcari argillosi di origine miocenica, giacitura collinare media, clima sub-arido. Fermentazione 8-10 giorni a temperatura controllata, segue svinatura in vasche di cemento vetrificato, malolattica svolta.  Colore rosso rubino intenso e vivace, al naso predominanti le note fruttate di frutti di bosco, al palato tannini freschi e gentili con intense note fruttate e floreali di garofano, ciliegia, melograno e prugna, finale sapido su note aromatiche di macchia mediterranea.

L’azienda: Cantine di Dolianova

CANTINA SOCIALE DI DOLIANOVA S.C.A.

Località Sant’Esu S.S. 387 km. 17+150

09041 Dolianova (CA) Tel: +39.070744101

mail: [email protected]

La Cantina di Dolianova è nata nel 1949 dall’unione di 35 agricoltori che pian piano hanno costruito la Cantina più grande cantina della Sardegna con i suoi 1.200 ettari di vigneti propri e a 300 soci conferenti. Racchiude nella sua storia tutta l’identità dei vitigni autoctoni che hanno reso celebri i vini di questa terra, ottenendo importanti e unanimi riconoscimenti da tutta la critica enologica, nazionale e internazionale. Si caratterizza per uno straordinario rapporto qualità prezzo dei suoi prodotti.

—————————————————————————————————————————————-

20) Cannonau di Sardegna Athentu 2019 – Corona Ruia Tenute Mereu 95,5/100 (territorio/zona: Sorso) prezzo a scaffale enoteca 13 euro circa.

Il nome Athentu prende origine dal dialetto sardo di agire con prudenza in particolare alla raccolta. I vigneti sono di 25 anni. La fermentazione ed affinamento in acciaio a temperatura controllata. Colore rosso rubino, al naso floreale di rosa canina e viola insieme ad erbe aromatiche fresche classiche della zona, al palato bella freschezza che riporta i sentori floreali ed anche fruttati, con finale equilibrato e persistente.

L’Azienda: Corona Ruia Tenute Mereu

Loc. Pedras de Fogu

07037 SORSO (SS)

Tel. +39 349 7406356

e mail [email protected]

L’Azienda si trova nella Romangia, zona della Sardegna nord occidentale del Logudoro, nella costa del Comune di Sorso. Nasce nel 1925 grazie al bisnonno Mereu, per arrivare sino ad oggi con la quarta generazione. Fondamentale per la Cantina è l’attenzione posta nelle varie fasi della lavorazione dei vigneti, il marchio riprende la geometria circolare del nuraghe, la cui forma ricorda una corona, che trae origine dall’iconografia classica sarda del nuraghe. I terreni sono calcarei e arenari su un sub strato di vulcaniti e marne. Le vigne presentano ceppi autoctoni da oltre 60 anni.

—————————————————————————————————————————————-

19) Cannonau di Sardegna Pensamentu 2018 – Sorres 95,7/100 (territorio/zona: Romangia) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Da piante ancora giovani coltivate su argilla e calcare a Sennori, davanti al Golfo dell’Asinara. Affinato in acciaio. Naso ampio e finissimo, fiori appassiti, frutti rossi e neri, spezie piccanti, agrumi, macchia mediterranea. Palato avvolgente, succoso, di tessitura elegante. Chiusura dolce ben bilanciata dalla freschezza.

L’azienda: Sorres

Via G. La Pira 16/2 07036 Sennori

email: [email protected]

tel. +39 3421021577

Dopo varie esperienze in Italia e all’estero, le sorelle (“Sorres” in sardo) Laura e Delia Fiori hanno rilevato la piccola azienda di famiglia (tre ettari) e sono passate dallo sfuso alle bottiglie nel 2013, realizzando negli ultimi anni uno dei Cannonau più interessanti della Romangia. Un vitigno che qui a Nordovest, in zone tradizionalmente vocate, dà risultati notevoli. Fino ad un anno il Pensamentu era l’unica etichetta in gamma, di recente si è affiancato il Vermentino Su Biccu.

—————————————————————————————————————————————-

18) Cannonau di Sardegna Su ‘Anima 2018 – Su’Entu 95,8/100  (territorio/zona: Marmilla) prezzo a scaffale enoteca 15 euro

È vino possente,di grande concentrazione, profondo, con profumi evidenti che rimandano tra frutto e spezia. In bocca colpisce più per la sua forza ed ampiezza, che per una verticalità del sorso. La materia tuttavia è di serie A e la bevuta pienamente appagante.

L’azienda: Su’Entu

S.P. 48 Km 1,8 (Strada Sanluri-Lunamatrona) 09025 Sanluri (CA)

email: [email protected]

tel. +39 070935 71 206

Il progetto della famiglia Pilloni è uno di quelli di cui si parla molto nell’isola. Con l’obiettivo di valorizzare un territorio poco conosciuto e incontaminato, la Marmilla, in pochi anni hanno messo su una cantina, una struttura ricettiva e una produzione vitivinicola di prima classe. I vigneti stanno diventando più maturi ed equilibrati, e ciò si riflette in una qualità media della produzione in continua crescita.

—————————————————————————————————————————————-

17) Rosato Vinera 2019 – Antonio Mele 96/100  ((territorio/zona: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

Elegante con toni fumè e speziati di chiodo di garofano e cannella insieme a profumi di macchia mediterranea. Sorso materico e progressivo, iodato e persistente,  con un gradevole finale di frutti rossi.

L’azienda: Antonio Mele

Via P.Mereu 2, 008024 Mamoiada (NU)

email: [email protected]

tel. +39 3470559522

Uno dei nuovi “artigiani” del vino, nati a Mamoiada grazie all’associazione Mamojà che ha avuto il merito di tenere uniti i produttori di questo straordinario Comune, spronando alcuni di questi ad imbottigliare per la prima volta. Ed Antonio Mele è uno di questi, e sta cominciando ad ottenere risultati molto confortanti.

—————————————————————————————————————————————-

16) Cannonau di Sardegna Riserva Inu 2016 – Contini 96,1/100  (zona/territorio: provincia di Oristano) prezzo a scaffale enoteca 16 euro circa.

È un Cannonau di grande struttura ed eleganza. È ottenuto con un saldo di circa il 10% di altre uve a bacca nera, tra cui principalmente Nieddera, che dà il suo apporto di colore e freschezza. All’olfattiva prevalgono toni scuri, di spezie miste, pepe e poi la consueta e classica macchia mediterranea. All’assaggio la prima cosa che ti conquista è la “succosità”: riempie il palato col suo sapore netto, deciso e tuttavia fresco, come ti accorgi dalla salivazione stimolata. Lunga persistenza per un peso massimo esibito con stile.

L’azienda: Contini

Via Genova, n. 48-50, 09072 Cabras – Oristano

email: [email protected]

tel. 39 0783290806

Contini in Sardegna è sinonimo di Vernaccia di Oristano. Facendo una visita in azienda è possibile rimanere senza parole di fronte a diverse Vernaccia senza tempo, capaci di emozionare anche il bevitore più esperto. Qui però si prende tutto sul serio, e quindi anche quando ci si è cimentati con il Cannonau, il risultato è stato subito eccellente.

—————————————————————————————————————————————-

15) Cannonau di Sardegna Crabioni 2018 – Nuraghe Crabioni 96,2/100 (territorio/zona: Sorso) – prezzo a scaffale enoteca 15 euro circa.

Da un clone locale chiamato “Ritagliadu”, allevato in vigne a pochi passi dal mare e vinificato in acciaio. Profuma di macchia mediterranea e radici, spezie e sangue. Sorso di buona progressione, morbido e di tannicità sostenuta ma equilibrata; finale slanciato, con ricordi di frutti rossi e agrumi e retrogusto piacevolmente amarognolo. Vino elegante che richiama in parte lo stile delle Grenaches francesi.

L’azienda: Nuraghe Crabioni

Località Lu Crabioni 07037 Sorso (Sassari)

email: [email protected]

tel. 3402742056

Augusto Seghene, con l’aiuto del cugino Tonino Spanu fonda l’azienda a Sorso nel 2003. Nel giro di pochi anni, prima con le selezioni di Vermentino (Kanimari e Sussinku), poi con lo stesso Cannonau e con il tipico Moscato della zona, e da ultimo anche con il Cagnulari (etichetta Sussinku Rosso), la cantina si afferma tra le più importanti della Romangia. Circa 35 ettari coltivati davanti al mare, la cui salsedine spesso ricopre l’uva con la sua patina bianca e suggerisce quasi una trasmissione di sapori. I figli di Augusto (Alessandra e Maurizio) seguono gli aspetti commerciali mentre la direzione tecnica è del bravissimo enologo Mauro Murgia.

—————————————————————————————————————————————-

14) Cannonau di Sardegna Riserva 2015 – Agricola Montespada  96,3 /100 (territorio/zona: Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari) prezzo a scaffale enoteca 22 euro circa.

Vivace bouquet di profumi di macchia venato da speziature(tabacco e pepe nero)e ricordi di frutta secca in un’apprezzabile progressione sapido-iodata. Un sorso gustoso di grande bevibilità.

L’azienda: Agricola Montespada

Loc. Giunchizza Trinità d’Agultu e Vignola, Sassari

Tel. +39 349-3737 613

email: [email protected]

L’azienda ha sede in una zona molto vocata per il Vermentino,  a circa 20 Km da S.Teresa sulla direttrice litoranea che porta a Castelsardo, nel comune di Trinità D’Agultu. Si affaccia sul mare prospiciente le coste della Corsica, coste che dalla sommità della collina si possono facilmente ammirare. L’Azienda Agricola costeggia per oltre 1 km le rive del fiume Vignola e si trova pertanto nella valle a ridosso della ” Sierra du Cinqu denti” nella regione Giunchizza.

—————————————————————————————————————————————-

13) Riserva Keramos 2015 – Tenute Soletta 96,5/100 (territorio/zona: Codrongianos/Florinas) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

All’olfazione regala note pungenti ed eleganti di macchia mediterranea seguite da intriganti effluvi balsamici. Tanta materia e corpo per un vino avvolgente e di grande persistenza.

L’Azienda: Tenute Soletta

Località Regione Signor’Anna – Codrongianos (SS)

Tel +39 079 435067

e-mail: [email protected]

Umberto Soletta, dopo la passione giovanile per i motori e per il rally, ha dato vita a metà anni ’90 a questa splendida realtà nella provincia di Sassari. Ed il lavoro in vigna è costante ed imponente. Ad aiutarlo c’è anche il padre che ha superato i 99 anni e che è ancora un caposaldo ed un riferimento per tutti. Da poco è disponibile anche un Wine Resort presso l’azienda.

—————————————————————————————————————————————-

12) Cannonau di Sardegna Riserva Sincaru 2017  – Surrau 96,8/100  (territorio/zona: Arzachena) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Sentori di frutta rossa accompagnati da toni speziati e agrumati precedono un sorso che rivela grande carattere, potenza ed eleganza. È la dimostrazione che anche in Gallura si possono fare grandi Cannonau.

L’azienda: Surrau

Località Chilvagghja, Strada Provinciale Arzachena, Km 1, 07021 Porto Cervo (OT)

email: [email protected]

tel. 0789 82933

Con vigneti nella valle di Surrau ed una cantina dal design moderno che si trova all’inizio della strada che da Arzachena conduce a Porto Cervo, la famiglia Demuro, impegnata anche nella vendita di materiali per l’edilizia, ha realizzato, ormai da anni, il sogno di produrre vini di qualità. E l’obiettivo è ormai raggiunto non solo con dei Vermentino che sono diventati famosi, ma anche con dei Cannonau che si stanno imponendo per carattere e personalità.

—————————————————————————————————————————————-

11) Cannonau di Sardegna Classico Monte Tundu 2017 – Berritta 97,2/100 (territorio/zona: Dorgali) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Profumi intensi di frutti rossi e spezie, con note iodate. In bocca è succoso, speziato, dai toni leggermente maturi (influenza dall’annata calda) ma profondo e lungo.

L’azienda: Berritta

Viale Kennedy 108, 08022 Dorgali NU Sardegna

email: [email protected][email protected]

tel. +39 0784 95372, +39 377 325 6459

Antonio Berritta, vigneron e fondatore della cantina, impiantò i primi vigneti negli anni ’70, nella vallata di Oddoene, nell’agro di Dorgali, a poca distanza dal mare. I suoli ricchi di granito e calcare, uniti a un microclima caratterizzato da forti escursioni termiche, hanno reso la zona particolarmente adatta alla coltivazione del Cannonau (75% dei circa 10 ettari vitati). L’azienda, guidata oggi dai figli di Antonio, Francesco e Serena, produce in totale 30.000 bottiglie (Syrah e Panzale gli altri vitigni coltivati) ed opera in regime biologico.

—————————————————————————————————————————————-

10) Cannonau di Sardegna  Mont’so 2018 – Tenute Costadoria 97,5/100 (territorio/zona: Valledoria) prezzo a scaffale enoteca 30 euro circa.

Da terreni golenali dalla ricchezza organica straordinaria, frutto delle periodiche esondazioni del fiume Coghinas. Colore rosso rubino scuro, al naso note floreali di viola e frutta rossa matura. Al gusto acidità spiccata con una sapidità gradevole e persistente, il tannino risulta morbido e molto fine.

L’Azienda: Tenute Costadoria

via Giuseppe Mazzini s.n.c. 07039 – Valledoria (SS)

La cantina è situata in territorio di Valledoria, nome che come quello della Cantina è stato ispirato dalla presenza dell’antica famiglia nobiliare dei Doria. Le Tenute Costadoria sono circondate da un panorama agricolo adibito a carciofaie, nella famosa valle del Cynara e ad altre colture, che affacciano sul Golfo dell’Asinara. La tenuta è di 200 ettari. suddivisa in due distinti possedimenti.


9) Cannonau di Sardegna Vike Vike 2017 – Vike Vike 97,7/100 (territorio/zona: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

Da vigne giovani coltivate a oltre 700 metri s.l.m. Solo acciaio. Naso espressivo, note balsamiche e iodate, pepe e ciliegie; tannino leggermente indietro, frutto polposo, ma ciò non impedisce una beva succosa e dinamica, persistente e di gran carattere. Pura Mamoiada nel bicchiere…

L’azienda: Vike Vike

Via Marsala 19-21, 08024 Mamoiada (NU)

email:[email protected]

tel.+39 3482290179

Da alcuni anni Simone Sedilesu, giovane enologo, esponente della famiglia che ha per prima valorizzato il Cannonau di Mamoiada, ha creato una cantina tutta sua: Vike Vike (Guarda Guarda in lingua sarda). La filosofia aziendale è quella contemporanea: grande attenzione in vigna e poco interventismo in cantina, con fermentazioni spontanee e basso apporto di solfiti. Oltre al rosso si producono un rosato, un dolce da Moscato, un bianco da Granatza e una Riserva.

—————————————————————————————————————————————-

8) Cannonau di Sardegna Orriu 2018 – Quartomoro 97,9/100   (territorio/zona del vigneti da cui deriva il vino: Dorgali) prezzo a scaffale enoteca 12 euro.

Orriu nasce da vigne impiantate nel 2004 radicate su terreni sabbiosi, originati da disfacimento granitico nei pressi di Dorgali. Il naso regala, con incisiva intensità, profumi di spezie, frutti rossi, nuance balsamiche che precedono un sorso connotato dalla incisiva freschezza e dalla spiccata verve minerale. Lungo e appagante il finale su note di frutta secca. Un Cannonau capace di raccontare l’essenza del territorio di cui è espressione.

L’azienda: Quartomoro

Via Dino Poli 31, 09092 Arborea OR

email: [email protected]

tel. +39 346764 3522

Quartomoro rappresenta una realtà dinamica e in continua evoluzione fondata dall’enologo e vignaiolo Piero Cella  ad Arborea in provincia di Oristano.

La cantina  nasce come  una sorta di laboratorio, una fabbrica di idee che condensa saperi ed esperienze della viticoltura e dell’enologia sarda. La filosofia aziendale è ispirata alla produzione di vini marcatamente territoriali, eleganti e originali realizzati con il massimo rispetto della natura e dei suoi tempi e con un moderato intervento in cantina.

—————————————————————————————————————————————-

7) Cannonau di Sardegna Riserva Ballu Tundu 2015 – Giuseppe Sedilesu 98/100 (territorio/zona: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 40 euro circa.

Punteggi stratosferici anche per il Ballu Tundu. Da un vigneto di oltre 100 anni in località Garaunele a 650 metri di altitudine è il vino più tradizionale dell’azienda. Al naso spezia, agrume e finale netto di frutta secca. La bocca è ricca e potente, ma di grande armonia complessiva, con il frutto maturo che fa da filo conduttore, purissimo, impreziosito da un finale sapido e iodato. Un vero e proprio capolavoro.

L’Azienda: Giuseppe Sedilesu

Via V. Emanuele II, 64, 08024 Mamoiada (NU)

email:[email protected]

tel: +39 078456791

Sedilesu è un nome ormai noto a tutti gli appassionati del buon bere. Un dei pochi “brand” capace di sdoganarsi al di fuori dei confini isolani, ottenendo anche un ragguardevole successo commerciale, senza mai snaturarsi e restando sempre sardo fino al midollo. I vigneti si trovano ad oltre 600 metri di quota, in quella aspra e fantastica terra da vino che è Mamoiada. Dai ceppi di alberello accuditi con cura e lavorati in maniera artigianale in cantina, escono fuori ogni anni rossi succosi, sapidi e sempre coinvolgenti. Prova ne sia il trittico over 93 punti che abbiamo inserito nella nostra selezione, con ben due vini che raggiungono il nostro riconoscimento di standing ovation.

—————————————————————————————————————————————-

6) Cannonau di Sardegna Naniha 2018 – Tenute Perda Rubia 98,1/100  (territorio/zona: Ogliastra) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

Cannonau in purezza da vigne a piede franco su terreni d’origine granitica. Fermentazione in tini di acciaio a contatto con le vinacce per un poco tempo, segue affinamento in acciaio e in bottiglia. Colore rosso rubino vivo con riflessi violacei, al naso intensità fruttata di frutti di bosco a bacca rossa, al palato il sorso è pieno di grande intensità con una bella acidità ed un tannino che nonostante l’esuberanza riesce a ad avere morbidezza. Bello il finale dove le note fruttate sono persistenti. Da Standing Ovation appunto.

L’azienda: Tenute Perda Rubia

Via Asproni 29, 08100 Nuoro NU

email: [email protected]

tel. +39 3296333122

Nel 1945 nasce Perda Rubia, così si chiamava allora, da un’idea del commendator Mario Mereu, e vedrà la prima vendemmia nel 1949, Renato Mereu, figlio di Mario, porta avanti l’attività di famiglia, impiantando nel 1971 nuovi vigneti a piede franco con una nuova concezione di tipo colturale. Nel 2014 la terza generazione della famiglia Mereu dà avvio ad un’importante opera di rinnovamento e rilancio introducendo la nuova etichetta Naniha, con l’obiettivo di presentare il Cannonau “in purezza” sui nuovi mercati internazionali, pur nel rispetto dei tradizionali metodi di lavorazione, tramandati nel corso della settantennale attività. Oggi l’azienda dispone di circa 600 ettari di superficie, tutti condotti in biologico, di cui 20 ettari destinati a vigneto.

—————————————————————————————————————————————-

5) Cannonau di Sardegna Jerzu Riserva Cardedo 2017 – Alberto Loi 98,3/100 (territorio/zona: Ogliastra) prezzo a scaffale enoteca 18 euro circa.

La Riserva Cardedo proviene dall’omonimo vigneto con terreni a maggiore pendenza ad ovest con vigne di età media di 35 anni su terreni di buona tessitura che derivano in prevalenza da disfacimento granitico, sabbioso. Il vino fermenta in silos di acciaio inox a temperatura controllata (a cappello sommerso), ed affina in botti di rovere di Slavonia, segue un affinamento in bottiglia. Colore rosso rubino scuro. Al naso il ventaglio olfattivo spazia da note di frutta matura e confettura di more, ciliegie e prugne, fino al mallo di noce combinato con una leggera speziatura e sentori floreali.. Al centro dell’assaggio si pongono acidità e sapidità e un buon corpo sostenuto da un tannino morbido e fine. La lunga persistenza completa il ricco quadro organolettico da standing ovation.

L’Azienda: Alberto Loi

Tenute e Cantina
SS 125 Km.124,1 Cardedu (NU)

Tel. +39 070240866

Per risalire alla  storia della famiglia Loi è necessario tornare indietro di quattro generazioni quando agli inizi del 900 inizia la produzione dei propri vini a Cardedu in Ogliastra , nella provincia di Nuoro I Vigneti, posti tra il Gennargentu ed il mare in posizione pedecollinare, rappresentano per molti una delle zone più vocate per la produzione del Cannonau.

—————————————————————————————————————————————-

4) Cannonau di Sardegna Istimau 2019 –  Montisci Vitzizzai 98,5/100  (territorio/zona: Mamoiada) prezzo 20 euro a scaffale enoteca

Mamoiada (provincia di Nuoro) è sicuramente uno dei territori della Sardegna più vocati  per la produzione di Cannonau.  Lo conferma in maniera impeccabile quest’assaggio capace di esaltare il tutto il carattere del territorio. Macchia mediterranea, note speziate (pepe nero), percezioni agrumate anticipano un sorso pieno, avvolgente,  di profonda concentrazione, connotato da un’intrigante progressione iodata.  Lungo e appagante il finale con richiami di frutta secca. Da standing ovation.

L’Azienda: Montisci Vitzizzai

Corso Vittorio Emanuele III 121

08024  Mamoiada

[email protected]

tel.+39  3805339704

La Cantina Montisci Vitzizzai è un’azienda a conduzione familiare condotta dai coniugi Gianluigi e Marcella. Le vigne sono coltivate ad alberello, su terreni di origine granitica, nella parte alta di una vallata di Mamoiada chiamata “Foddigheddu” a 700 metri s.l.m.  La cantina rappresenta una giovane realtà produttiva di Mamoiada che, attraverso l’associazione Mamojà,  ha iniziato ad imbottigliare il vino proveniente dal Cannonau delle proprie vigne ottenendo da subito riconoscimenti e apprezzamenti. L’azienda lavora in biologico. La raccolta delle uve è fatta a mano e la vinificazione è tradizionale, senza l’aggiunta di lieviti o altri coadiuvanti.

—————————————————————————————————————————————-

3) Cannonau di Sardegna Perdas Longas 2019 – Francesco Cadinu 98,6/100 (territorio/zona: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca  20 euro circa.

Da alberelli di settant’anni posti a 700 metri di altezza. Affinato per 14 mesi in botti di castagno. Odora di spezie e radici, macchia mediterranea e frutti rossi, cuoio e cioccolato. Bocca dolce, succosa, sapida, di gran carattere, sorretta da una notevole acidità, da autentico vino di montagna. Finale lungo e profondo su toni di agrumi rossi ad evocare una standing ovation.

L’azienda: Francesco Cadinu

Via Vittorio Emanuele II, 37, 08024 Mamoiada (Nuoro)

email: [email protected]

tel. +39 329 090 6997

Da soli cinque anni Francesco Cadinu etichetta i suoi vini, eppure è già da considerare uno dei leader della vivace scena di Mamoiada, animata dalla meritoria Associazione Mamojà (di cui è presidente). Naturalmente il Cannonau fa parte da sempre della vita della sua famiglia (e di quella della moglie Simonetta). I vigneti di proprietà si estendono per 6 ettari, con un’età che varia dai 20 ai 120 anni, coltivati ad alberello con metodi tradizionali: si pratica ancora l’aratura con i buoi. Già dalla vendemmia 2020 la consulenza enologica è affidata al bravissimo Emiliano Falsini.

—————————————————————————————————————————————-

2) Cannonau di Sardegna Mamuthone 2017 – Giuseppe Sedilesu 98,8/100 (territorio/zona: Mamoiada) prezzo a scaffale enoteca 19 euro circa.

È un vino semplicemente fantastico, da standing ovation, col secondo punteggio medio più alto in assoluto tra i Cannonau! Un sapiente uso del legno e una gestione impeccabile della tanta materia a disposizione, ci restituisce nel bicchiere un caleidoscopio di profumi e di sapori. La mente viaggia veloce verso erbe mediterranee e sentori balsamici, poi lo iodio del mare, la speziatura scura, il frutto maturo. In bocca potenza ed equilibrio, intensità e dettaglio, e un finale dove il tannino fa la sua parte, prolungando il gusto. Davvero difficile trovare di meglio.

L’Azienda: Giuseppe Sedilesu

Via V. Emanuele II, 64, 08024 Mamoiada (NU)

email:[email protected]

tel: +39 078456791

Sedilesu è un nome ormai noto a tutti gli appassionati del buon bere. Un dei pochi “brand” capace di sdoganarsi al di fuori dei confini isolani, ottenendo anche un ragguardevole successo commerciale, senza mai snaturarsi e restando sempre sardo fino al midollo. I vigneti si trovano ad oltre 600 metri di quota, in quella aspra e fantastica terra da vino che è Mamoiada. Dai ceppi di alberello accuditi con cura e lavorati in maniera artigianale in cantina, escono fuori ogni anni rossi succosi, sapidi e sempre coinvolgenti. Prova ne sia il trittico over 93 punti che abbiamo inserito nella nostra selezione, con ben due vini che raggiungono il nostro riconoscimento di standing ovation.

1) Cannonau di Sardegna 2019 – Orgosa 99/100 territorio/zona: Orgosolo) prezzo a scaffale enoteca 17 euro circa.

Un piccolo capolavoro di grande carattere, eleganza e intensità, capace di racchiudere l’essenza dei profumi della Sardegna. Ottenuto da uve provenienti dai vigneti situati tra i 450 e i 600 metri in agro di Orgosolo, si mostra intrigante e territoriale al naso regalando vigorosi profumi di macchia mediterranea, mirto, frutti rossi, note speziate, accenni balsamici, in una cornice di avvolgenti percezioni minerali. In bocca racconta la sua elegante ed armonica gioventù,  attraverso un sorso cremoso e fresco allo stesso tempo, impreziosito da una fine percezione tannica. Il finale, dalla lunga persistenza, è un inno a questo territorio e merita la nostra standing ovation. È ottenuto con un sistema di agricoltura biodinamica che non utilizza concimi chimici o cure sistemiche.

L’azienda: Orgosa

Loc.Lucuriò 08027 Orgosolo (Nuoro)

email: [email protected]

tel. +39 3397784958

L’azienda Vitivinicola  Orgosa è stata la prima azienda a produrre vino in bottiglia a Orgosolo. Nasce nel 2002 grazie all’intuizione di Giuseppe Musina che, recuperando i vigneti di famiglia, si  reinventa agricoltore ed artigiano, riuscendo nell’impresa di produrre vini dal carattere marcatamente territoriale, spontanei, sinceri, dal frutto fragrante e di beva irresistibile. I vigneti sono situati nella valle di Locoe, su terreni composti da sabbione da disfacimento granitico, dove è sita anche la cantina e nella valle Sorasi, alle falde del Supramonte, con terreno prevalentemente calcareo. Il principale vitigno allevato è il Cannonau a cui si aggiungono in piccole quantità il Carignano, il Pascale e il Sangue di Cristo.

A presto con la Classifica dei migliori Carignano e con le altre recensioni della nostra Guida.

www.vinodabere.it