Skip to content Skip to footer

GOLOSE E PREZIOSE COME LE FRAGOLE

Le fragole sono un frutto, in realtà, un falso frutto o “conocarpo” appartenente alla Famiglia delle Rosaceae e al Genere Fragaria. Sono di semplice coltivazione, ma non per seme, perché è poco conveniente, ma mediante il trapianto dei “figli”, ossia dagli spezzoni di rami che partono dalla pianta madre, da cui partono nuove radici.

L’aroma e il gusto delle fragole sono particolarmente apprezzati da tutti, ma, soprattutto, dai bambini, tanto da essere uno dei gusti maggiormente utilizzati dall’industria farmaceutica degli sciroppi per bambini. Possono presentarsi fresche, surgelate, in succo, in confettura, frullate, sciroppate, ecc., e sono particolarmente utilizzate per la preparazione dei dolci (gelati, torte, dessert), ma, possiamo trovarle nelle ricette di preparazione di primi e secondi per contrastare l’acido e/o l’amaro.

L’origine della fragola è molto antica: è presente anche nella Bibbia, dove viene descritta come un frutto spontaneo abbondante e gustoso, ma ne si attesta la presenza anche nel Neolitico. Le fragole sembrano essere originarie del nostro continente: l’Europa. Infatti, in moltissimi boschi siti sul territorio italiano, è possibile trovare, nei mesi primaverili ed estivi, la fragolina di bosco, o fragolina selvatica. A tal proposito ci sembra doveroso citare le fragoline di Nemi, un piccolo borgo medioevale nei dintorni di Roma che ospita tutti gli anni una rinomata sagra delle fragole di bosco. Inoltre, esistono moltissime specie differenti di fragole coltivate, spesso create dall’incrocio tra una varietà sudamericana (la granaria chiloensis) e una varietà statunitense (Fragaria virginiana). Le fragole, insieme ad altri frutti di bosco appartenenti alla famiglia delle Rosacee o alla famiglia delle Ericaceae, come il mirtillo, sono considerate tra le fonti alimentari più ricche di composti bioattivi, dalle formidabili proprietà antiossidanti. Una dieta bilanciata ed equilibrata, quindi, non dovrebbe mai privarsi di questi alimenti così importanti.” (https://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/fragole-proprieta-benefici/).

Dal punto di vista nutrizionale:

Le fragole hanno poche calorie, solo 32 ogni 100 grammi, ma è una fonte molto ricca di diversi composti nutritivi ed in particolare di zuccheri, vitamine, flavonoidi e antocianine. Questi nutrienti, agendo in maniera sinergica, conferiscono alla fragola proprietà utili a promuovere lo stato di salute e prevenire diverse patologie. Il contenuto in zuccheri delle fragole è modesto (più di 5 gr per 100 gr di alimento) e presentano una buona quantità di fibre, a fronte di un quantitativo di lipidi quasi trascurabile.

Le fragole contengono numerosi composti benefici. Tra i minerali di cui sono ricche spicca il manganese: 100 gr di fragole contengono il 13% della dose giornaliera raccomandata dalle linee guida. Tra le vitamine, invece, la più rappresentata è senz’altro la vitamina C: tra i frutti tipicamente estivi, infatti, le fragole sono quelle con un contenuto maggiore di questa vitamina con un contenuto di 58 mg in 100 gr di prodotto pari a circa il 60% del quantitativo giornaliero raccomandato. È presente, inoltre, acido folico. Oltre al manganese e alla vitamina C, come in moltissimi altri frutti, anche le fragole contengono buone quantità di potassio (minerale fondamentale per la contrazione muscolare, la regolazione della pressione arteriosa e il mantenimento del sistema idro-salino) e di fosforo (coinvolto nel metabolismo energetico e nella costruzione di molte proteine): 100 gr di fragole contengono circa il 4% della dose giornaliera raccomandata di questi due minerali. Troviamo, inoltre, una discreta quantità di iodio, paragonabile solo a pochissimi altri frutti. Crediamo, a tal proposito, che sia un fattore da tenere in considerazione, vista la dilagante carenza di iodio che affligge ancora oggi la popolazione mondiale. Infine, numerosissimi sono i composti fenolici presenti nelle fragole: tra i flavonoidi i più presenti sono il campferolo e la quercitina, tra gli acidi fenolici, l’acido gallicol’acido caffeicol’acido cumarinico e l’acido ellagico e sono inoltre presenti diverse antocianine, responsabili del colore tipico di questi frutti. È doveroso tuttavia sottolineare che il contenuto totale di composti fenolici decresce con la maturazione dei frutti.

Fragole: benefici per la salute.

Le fragole sono largamente utilizzate nella Medicina popolare, grazie alle loro numerose proprietà. In particolare, una crema prodotta con le fragole viene utilizzata per curare le ferite e diverse malattie della pelle, mentre il succo di fragola è utilizzato nel caso di infiammazione dei nervi o dei polmoni. Preparati contenenti l’estratto di foglie di fragole, infine, hanno proprietà antidiabeticheantiossidanti e antinfiammatorie. I benefici della fragola sono dovuti all’elevato contenuto di composti fenolici, di cui vi abbiamo parlato nel precedente paragrafo.

Descriviamo ora in dettaglio le principali proprietà benefiche di questi frutti sulla nostra salute.

✓ Protezione cardiovascolare: La presenza di molecole antiossidanti, in grado di ridurre l’ossidazione delle LDL, protegge dal rischio di sviluppare patologie cardiovascolari.

✓ Riduzione del rischio di sviluppare patologie oncologiche: Alcuni composti presenti nelle fragole, come la quercina e lacido ellegico, hanno dimostrato in vitro di possedere un’attività anti-cancro, inibendo la proliferazione cellulare e pertanto sopprimendo la crescita delle cellule tumorali in caso di tumori del colon, della prostata e del cavo orale.

✓ Effetto neuro-protettivo: Lacido gallico, uno degli acidi fenolici presenti nelle fragole, è globalmente riconosciuto per le sue proprietà antiossidanti e per la sua azione neuroprotettiva dei confronti dello stress ossidativo e della neurotossicità.

✓ Effetto antinfiammatorio: Studi recenti hanno dimostrato che un consumo regolare di fragole può contribuire a risolvere complicazioni dovute a infiammazioni croniche e sistemiche. Inoltre, una dieta ricca di fragole è stata in grado di limitare i danni neuronali in alcuni esperimenti condotti sui topi. Quest’effetto è dovuto all’azione anti-infiammatoria svolta dai composti fenolici contenuti nelle fragole.

✓ Proprietà antiossidante: Le fragole, così come molti frutto di bosco, sono tra i frutti più ricchi di molecole antiossidanti disponibili in natura. Il loro consumo è infatti consigliato per poter prevenire diverse patologie croniche e degenerative poiché i composti fenolici contenuti nelle fragole agiscono contro lo stress ossidativo diminuendo la formazione di malondialdeide (un indicatore di perossidazione lipidica), proteggendo dall’ossidazione del colesterolo LDL e le cellule del sangue dai danni al DNA.

✓ Trattamento della sindrome metabolica: Diversi studi effettuati su modelli cellulari e animali hanno evidenziato la capacità di una dieta ricca di fragole, di regolare il livello di glucosio ematici e inibire il trasporto e l’uptake cellulare di glucosio. Inoltre è stato dimostrato che l’estratto di fragole contiene enzimi digestivi che contribuiscono a migliorare la condizione di iperglicemia e ipertensione, tipiche degli individui con sindrome metabolica.

✓ Azione drenante e depurativa: Le fragole, come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, contengono poco sodio e una quantità maggiore di potassio e vitamina C. Risultano pertanto utili per la loro azione drenante, contro la ritenzione idrica e possono essere utilizzate per la preparazione di ottime tisane e bevande.

✓ Benefici per i denti: Un metodo “fai da te” molto efficace prevede di strofinarsi le fragole sui denti per ottenere un effetto sbiancante. La loro superficie non liscia, infatti, potrebbe avere un’azione detergente sui nostri denti. Inoltre le fragole contengono xilitolo, sostanza che previene la formazione della placca.

✓ Fragole in fitoterapia: Infine, a livello fitoterapico, le radici e le foglie delle fragole vengono impiegate per la loro azione diuretica in caso di calcolosi renale o iperuricemia e come astringenti naturali, grazie alla loro ricchezza in tannini.

(https://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/fragole-proprieta-benefici/).

Esistono, però, anche delle controindicazioni:

Non ci sono particolari controindicazioni al consumo moderato di fragole e, generalmente, risultano un frutto ben tollerato anche in caso di gastrite (in questo caso, però, è preferibile consumare solo frutti maturi). Tuttavia va sottolineato che le fragole possono provocare reazioni allergiche e sono alimenti istamino-liberatori. Pertanto, anche coloro che soffrono di intolleranza all’istamina devono limitarne il consumo. L’allergia alle fragole si nota con la comparsa di puntini rossi e prurito alla pelle. In casi più rari può comportare veri e propri episodi di orticaria e gonfiore alla bocca.

(https://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/fragole-proprieta-benefici/).

Le ricette sono le più diverse: non vi parlerò delle Fragole con panna, della Macedonia di fragole, o le confetture, o ancora le varie Cheese cake alle fragole che sono delle golose ricette, semplici da realizzare e di cui trovare le ricette. Vorrei sollecitare la vostra attenzione sul loro uso con piatti diversi dai dolci o dessert: su un antipasto, come i Fagottini di bresaola, fragole e rucola; un primo, come il Risotto alle fragole; un secondo di carne, come il Filetto di maiale con fragole; un secondo di pesce, come la Tartare di gamberi, coulis di fragole e aceto balsamico; un’ insalata, come l’Insalata verde con fragole.

Eccole:

FAGOTTINI DI BRESAOLA, FRAGOLE E RUCOLA (https://www.buttalapasta.it/ricette/ricetta-fagottini-di-bresaola-con-fragole-e-rucola/20743/).

Ingredienti:

  • 150 Gr di Bresaola Tagliata Sottile;
  • 400 Gr di Formaggio Spalmabile, Tipo Philadelphia;
  • 140 Gr di Rucola;
  • 140 Gr di Fragole di Media Maturazione;
  • 1 Cucchiaino di Salsa Worchestershire;
  • Sale, Pepe e Noce Moscata Q.B.

Procedimento:

Lavorate a crema il formaggio con un trito finissimo di rucola, la salsa Worchestershire, sale, pepe e noce moscata. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Lavate le fragole, asciugatele e tagliatele a dadini. Unitele alla crema. Ponete l’impasto in frigorifero per mezz’ora, coperto con pellicola per alimenti. Prendete una fettina di bresaola, adagiatevi sopra una cucchiaiata di ripieno, e poi formate dei fagottini. Legate questi fagottini con fili d’erba cipollina. Potete formare anche degli involtini e arrotolarli fino a formare una rosellina. Tenete in frigo fino al momento di servire.”

RISOTTO ALLE FRAGOLE (https://www.buttalapasta.it/ricette/ricetta-risotto-alle-fragole/26798/).

“Ingredienti:

  • RISO CARNAROLI O ARBORIO, 350 gr;
  • FRAGOLE PULITE, 250 gr;
  • BURRO, 50 gr;
  • SCALOGNO, 1;
  • VINO BIANCO SECCO, 50 ml;
  • BRODO VEGETALE, 1 l circa;
  • SALE, q.b.;
  • PEPE, q.b.;
  • FORMAGGIO TIPO PHILADELPHIA, 80 gr;
  • ACETO BALSAMICO, q.b.

Procedimento:

Mondate per bene e delicatamente le fragole lavandole con cura e privandole dello stelo e delle foglioline. Tagliatele a dadini lasciandone un paio da parte per la decorazione finale del piatto. Fate sciogliere il burro in un tegame unendo lo scalogno tritato finemente. Quando sarà lucido aggiungete il riso per risotti, fatelo tostare per circa 5 minuti, mescolando. Unite il vino bianco al riso e fatelo evaporare. Aggiungete metà delle fragole a dadini. Fate insaporire un paio di minuti. A questo punto aggiungete un mestolo di brodo vegetale bollente e proseguite la cottura del riso bagnandolo con altro brodo man mano che viene assorbito. A metà cottura del riso (quindi dopo circa 10 minuti) unite l’altra metà delle fragole, e portate a fine cottura il risotto, aggiustando di sale e pepe a piacere. Infine spegnete il fuoco e mantecate il risotto aggiungendo il formaggio Philadelphia. Mescolate, porzionate nei piatti e decorate con le fragole messe da parte tagliate a fettine e qualche goccio di aceto balsamico.”

FILETTO DI MAIALE CON FRAGOLE (https://www.buttalapasta.it/ricette/ricette-carne-filetto-con-le-fragole/21975/)

“Ingredienti:

  • 4 FETTE DI FILETTO DI MAIALE;
  • FRAGOLE 250 G;
  • BURRO;
  • 2 RAMETTI DI TIMO;
  • SALE;
  • PEPE;
  • ACETO BALSAMICO.

Procedimento:

Legate con lo spago le fettine di filetto, che devono essere di circa 3 cm di spessore. Prendete le fragole, eliminate il picciolo, poi lavatele e tagliatele a pezzi. Spolverizzate una padella antiaderente di sale e grigliatevi i filetti, facendoli cuocere per 3 minuti per lato circa. In un’altra padella fate sciogliere una noce di burro e cuocetevi le fragole per qualche secondo, aggiungendo anche i rametti di timo per insaporire ulteriormente. Regolate di sale e pepe i filetti e terminate irrorando con qualche goccia di aceto balsamico. Servite subito.”

TARTARE DI GAMBERI, COULIS DI FRAGOLE E ACETO BALSAMICO (https://www.buttalapasta.it/ricette/ricetta-tartare-di-gamberi/157068/).

“Ingredienti:

  • GAMBERI, 12;
  • FRAGOLE, 10;
  • ZUCCHERO, 2 cucchiaini;
  • LIMONE (SUCCO E SCORZA), 1/2;
  • MANDORLE A LAMELLE, 20 gr;
  • ACETO BALSAMICO INVECCHIATO, q.b.;
  • OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA, q.b.;
  • SALE, q.b.

Procedimento:

Per la tartare di gambero dello Chef Perisse cominciate a preparare la coulis di fragole: tagliate la frutta pulita e mettetela in un pentolino dopo aver fatto sciogliere lo zucchero e il succo di limone. Cuocete le fragole fino a che raggiungono una consistenza molle. Frullate, filtrate con un setaccio e mettete da parte. Preparate il gambero tagliandolo al coltello dopo averlo sgusciato, condite con un filo di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale e pepe. Unite la scorza grattugiata di limone. Mescolate. Impiattate ponendo in un coppapasta la polpa di gambero per fargli tenere al forma, decorate con gocce di coulis di fragole e terminate con le lamelle di mandorle e un filo di aceto balsamico invecchiato.”.

INSALATA VERDE CON FRAGOLE (https://www.buttalapasta.it/ricette/ricetta-insalata-verde-con-le-fragole/22281/).

“Ingredienti:

  • 1 LATTUGA GRANDE O ALTRA INSALATA VERDE;
  • 1/2 KG DI FRAGOLE;
  • 2 CUCCHIAI DI OLIO D’OLIVA EXTRA VERGINE DAL GUSTO MOLTO DELICATO;
  • 3 CUCCHIAI DI ACETO DELICATO (PER ESEMPIO QUELLO DI MELE);
  • 1 CUCCHIAIO DI YOGURT GRECO (QUELLO INTERO, BELLO CREMOSO E DENSO);
  • SALE E PEPE Q.B.

Procedimento:

Versate in una ciotola l’olio, l’aceto, lo yogurt, il sale e il pepe. Sbattete il tutto per bene usando una forchetta per amalgamare i vari ingredienti. Lavate e asciugate l’insalata, e poi rompete le foglie in pezzi piccoli. Mettetela in una insalatiera e versate sopra la salsina preparata precedentemente. Lavate ed asciugate le fragole, tagliatele a pezzi ed unitele alla insalata. Mescolate e servite subito.

A piacere potete aggiungere semi di zucca tostati.”.

Come avrete capito, mi piace molto l’abbinamento frutta coi piatti diversi dai dolci, quindi, concludendo, non mi resta che augurarvi buoni esperimenti in cucina e … “Buon appetito”.

Fragole esposte in un mercato in una fot
o d’archivio. ANSA / WOJCIECH PACEWICZ

Food and Wine Web Magazine

ORGANO UFFICIALE DI
EPULAE ACCADEMIA ENOGASTRONOMICA INTERNAZIONALE

Direttore Responsabile
Angelo Concas

Pagina Facebook

segui la nostra pagina