Skip to content Skip to footer

Grano saraceno e burro salato nella cucina di Bretagna

In semi e in farina, il grano saraceno è un ingrediente privo di glutine, ricco di proteine vegetali, di fibre e di antiossidanti, riscoperto da non molto dagli chef di tutta Europa. Nella penisola della Bretagna questo cereale è stato coltivato fin dal XV secolo: il “grano nero” dal gusto lievemente di nocciola insieme al burro salato è infatti tra gli ingredienti più tipici della cucina bretone.

Le appetitose frittelle preparate con questi ingredienti sono certamente tra i piatti più tipici e apprezzati in Francia e all’estero, sia nella versione salata, che propriamente è detta galette, che in quella dolce, chiamata crêpe. Per questa ragione è utile riportare una ricetta classica per la preparazione di questa specialità, che si basa sull’unione di questi due pilastri della cucina bretone.

Gli ingredienti sono semplici: mezzo litro di latte, mezzo litro d’acqua, sei uova, mezzo chilogrammo di farina di gramo saraceno, un pizzico di sale e un cucchiaino d’olio.

Nella preparazione vanno sbattute le uova, aggiungendo la farina e facendo amalgamare ben bene con l’aggiunta di acqua e latte con un po’ di sale e d’olio. Bisogna poi lasciar riposare l’impasto per almeno due ore. A questo punto si è pronti per la cottura: va scaldata innanzitutto una padella passata con un poco di burro. Utilizzando un mestolo per dosare l’impasto, questo va versato nella padella già ben calda, facendola immediatamente roteare completamente in modo che l’impasto ancora liquido si diffonda bene dovunque, anche sui bordi. Si lascia poi cuocere, girando sul secondo lato la crêpe ancora per pochi secondi: si ripete poi l’operazione per prepararne altre fino all’esaurimento dell’impasto, da farcire poi a piacimento. Buon appetito!

InfoComitato regionale del turismo in Bretagna
Rennes, Francia

www.bretagna-vacanze.com

www.lambr1.com


Food and Wine Web Magazine

ORGANO UFFICIALE DI
EPULAE ACCADEMIA ENOGASTRONOMICA INTERNAZIONALE

Direttore Responsabile
Angelo Concas

Pagina Facebook

segui la nostra pagina