Skip to content Skip to footer

Mandrarossa Winery Landmark di una Sicilia fuori dagli stereotipi

Nel cuore del Menfishire, uno dei più importanti distretti vitivinicoli della Sicilia, sorge la nuova Mandrarossa Winery: 700 metri quadri disposti su più livelli, quasi interamente celati nel pendio naturale, racchiudono la nuova barricaia, due sale degustazione, un wine shop e una terrazza in affaccio sulla natura selvaggia e sul mare incontaminato di Menfi, Bandiera Blu da 22 anni.
Mandrarossa winery diventa così landmark della Sicilia che non ti aspetti, fuori dagli stereotipi. La costruzione è pensata e realizzata come terrazza, modellata sulle curve di livello, un edificio a tre piani quasi completamente nascosti nel terreno ma evidenziati all’esterno da un basamento colorato orientato a sud ovest, dove poggia il corpo rettangolare con tetto inclinato: è il livello più alto della struttura, custode della zona di accoglienza e del wine shop. Da qui inizia un percorso sospeso di passerella a quota intermedia che conduce il visitatore attraverso gli ambienti della bottaia, organizzata con 15 botti da 50 hl e 100 barrique, e delle due zone dedicate a riserva dei vini. Trova conclusione nella sala degustazione con due grandi aperture su un paesaggio incastonato tra il mar d’Africa e le verdi colline accarezzate dai venti del sud. L’ecostenibilità: una scelta progettuale, sin dall’origine   L’edificio ipogeo, scavato nel terreno, è stato progettato per integrarsi nel contesto territoriale e l’esserne parte contribuisce a mantenere il livello di umidità stabile all’interno della barricaia, favorendo in maniera naturale l’affinamento del vino nelle migliori condizioni. L’esposizione di tutta la struttura è stata pensata per ottimizzare l’uso della radiazione solare in ogni periodo dell’anno: le facciate a sud sono protette da uno sporto ligneo della copertura che favorisce l’ingresso dei raggi solari nel periodo invernale e lo impedisce in quello estivo. Il tetto giardino costituisce una coibentazione naturale delle superfici orizzontali, grazie allo strato di terra che ospita la vegetazione. L’uso di materiali naturali come il legno per tutto il rivestimento della zona di accoglienza diminuisce l’emissione di CO2. Tutti gli impianti della cantina sono alimentati dall’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico. www.mandrarossa.it  
Food and Wine Web Magazine

ORGANO UFFICIALE DI
EPULAE ACCADEMIA ENOGASTRONOMICA INTERNAZIONALE

Direttore Responsabile
Angelo Concas

Pagina Facebook

segui la nostra pagina