Skip to content Skip to footer

Realizzato per il vino Vermentino il calice T-made VSG

Il calice T-made VSG è il primo calice al mondo progettato e realizzato per i vini Vermentino partendo da uno studio sui terroir della Sardegna, patria eletta di questo straordinario vitigno. Questo calice, presentato nel dicembre del 2019, si deve all’istanza del sommelier Angelo Concas e al lavoro compiuto dalla società Italesse. Nel quadro di una riflessione sulla valorizzazione dei vini Vermentino ed in particolare dei Vermentino di Sardegna e di Gallura, Angelo Concas si è reso conto, nel tempo, della necessità che sul mercato ci fosse un calice capace di esaltare veramente un vino tanto particolare. Fino all’avvento del T-made VSG, in Sardegna come in altre parti del mondo, i vini Vermentino si sono degustati quasi esclusivamente in calici a tulipano o calici varietali soltanto di nome, in quanto calici creati di fatto per altri vitigni ma ritenuti abbastanza performanti anche per i Vermentino. Avendo avuto modo di conoscere da vicino l’azienda Italesse e il progetto Senses, da questa portato avanti per la progettazione di calici al tempo stesso professionali ed emozionali, Angelo propone all’azienda friulana di realizzare il primo calice professionale appositamente pensato per i Vermentino. Il progetto Senses di Italesse nasce dall’esperienza maturata dall’azienda nel corso degli anni a contatto con chi produce vino con passione. In sostanza Italesse, con il progetto Senses, parte dall’assunto che ogni vino sia unico per il Terroir che lo caratterizza e quindi che se ogni vino è unico non abbia senso parlare di calici varietali, di calici cioè ritenuti performanti per ogni differente vitigno, quanto di calici che valorizzino la struttura di ogni singolo vino. L’idea è quella di utilizzare il calice giusto in base alla struttura di ciascun vino, non in base al nome del vitigno. Come fa infatti un pinot nero di Borgogna ad essere degustato nello stesso calice di un pinot nero ad esempio dell’Alto Adige? Naturalmente si può, ma come fa lo stesso calice a valorizzare appieno vini che provengono da latitudini, altitudini e suoli diversi e sono prodotti con differenti filosofie al momento della vinificazione e dell’affinamento? Per essere valorizzati veramente ognuno necessiterà di un determinato calice indipendentemente dalle convenzioni che quel calice possa essere definito da pinot nero o, ad esempio, da chardonnay. Sulla base di questo assunto, e dello studio degli aromi e dei terroir del vino, Italesse ha realizzato e realizza calici professionali capaci di esaltare le sensazioni organolettiche dei vini in base alla propria struttura superando proprio il concetto del calice varietale, salvo portare questo concetto fino all’estremo trasformandolo, ove possibile e richiesto, in calice sartoriale. Non ha senso parlare di un calice varietale valido per tutti i pinot nero ma si può realizzare un calice che valorizzi un determinato terroir e stile di vinificazione, quindi un calice per i pinot nero di Borgogna, uno per i pinot neri dell’Alto Adige, etc. Con il progetto Senses, Italesse introduce quindi una filosofia che supera il bicchiere varietale e allo stesso tempo introduce l’idea della realizzazione dei calici sartoriali che l’azienda friulana indica con il nome T-made. La proposta di Angelo Concas, arrivata verso la fine del 2018, rappresentava quindi per Italesse una vera sfida a verificare i propri assunti e la propria filosofia relativa alla progettazione dei calici professionali. Grazie alla esperienza di Concas sui terroir sardi e alla collaborazione di numerose aziende che hanno fornito vini differenti per caratteristiche, il team di Italesse, grazie al proprio know-how, ha potuto lavorare sul progetto T-made VSG. Ogni vino testato è stato analizzato nella struttura e nella componente aromatica. Gli aromi tipici del Vermentino, come gli stessi vini, sono stati quindi testati in differenti calici per valutarne il comportamento e i dati raccolti sono stati utilizzati per progettare una serie di varianti di T-made VSG. Ogni variante è stata quindi ritestata fino a fornire i dati sufficienti ad ipotizzare le forme ideali per valorizzare i vini Vermentino della regione. Il bicchiere realizzato è stato infine sottoposto alla verifica dell’expertise di Angelo Concas e altri sommelier ricevendo la definitiva approvazione. Dopo un anno di lavoro, nel dicembre del 2019 la versione definitiva del calice Italesse T-made VSG, in vetro soffiato a bocca e lavorato a mano, viene presentata ufficialmente a Cagliari alla presenza di enologi, sommelier e giornalisti, nel corso di una masterclass. Il bicchiere ha riscontrato un grandissimo successo tanto da essere indicato come unico dai componenti dell’Assenologi presenti e tanto da essere adottato per il primo concorso internazionale del Vermentino che si è tenuto in Sardegna nel febbraio del 2020. Mentre nei bicchieri a tulipano, tipicamente usati nella degustazione dei Vermentino, il vino si presenta con un impatto olfattivo potente ma non sempre elegante e soprattutto con una ridotta gamma di complessità aromatica ed in bocca si rivela a volte troppo alcolico o salino e non sempre equilibrato ecco che il calice T-made VSG permette al degustatore di apprezzare il vino nella sua complessità ed eleganza con un bilanciamento perfetto della componente sapida ed alcolica. In particolare, il T-made VSG, dalle forme avvolgenti e raffinate, caratterizzato da un fondo piatto della coppa e da una perfetta e calibrata chiusura del bevante, che sarà presto disponibile sul mercato anche in una versione machine-made, è un calice capace di esaltare la degustazione di tutti i Vermentini con cui è stato testato, da quelli più freschi e giovani a quelli più maturi e complessi. Al naso il vino impatta in modo deciso ma estremamente elegante ed intrigante, all’atto dell’ossigenazione gli aromi tipici si rivelano in tutta la loro complessità in modo equilibrato inducendo il degustatore ad un lungo e appassionante gioco volto alla ricerca di nuovi aromi. Al primo sorso del bicchiere il vino si mostra freschissimo e piacevole, la sapidità tipica del vitigno si presenta dunque potente ma allo stesso tempo fine, senza eccedere troppo su sensazioni saline. Al palato la componente alcolica si bilancia perfettamente con la freschezza permettendo al degustatore di riprendere il gioco della scoperta degli aromi, grazie ad una complessità aromatica che conferma l’impressione olfattiva. Il finale è potente, lungo ma anche estremamente piacevole ed elegante. In poche parole questo calice è capace di farci immergere nella realtà dei vini Vermentino, valorizzando i terroir di provenienza e le filosofie produttive, portandoci ad emozionarci sin dal primo sorso.

Paolo Lauria

Per maggiori informazioni sul T-made VSG e altri prodotti italesse vai su http://www.italesse.com www.shop.italesse.com o scrivi a marketing@italesse.it
Oppure telefonare al Direttore commerciale Andrea Cino
Tel. 3351976959

Il calice T-made VSG per il vino Vermentino

Food and Wine Web Magazine

ORGANO UFFICIALE DI
EPULAE ACCADEMIA ENOGASTRONOMICA INTERNAZIONALE

Direttore Responsabile
Angelo Concas

Pagina Facebook

segui la nostra pagina