Skip to content Skip to footer

20-21 GIUGNO SIMPOSIO « ACT FOR CHANGE »: QUALI SFIDE ALL’ORIZZONTE DEL 2030 PER IL SETTORE DEI VINI E DEGLI SPIRITS

20-21 GIUGNO
SIMPOSIO « ACT FOR CHANGE »:
QUALI SFIDE ALL’ORIZZONTE DEL 2030 PER IL SETTORE DEI VINI E DEGLI SPIRITS
.


Per partecipare al simposio online e seguire tutti gli interventi sarà sufficiente collegarsi al sito vinexposium-connect.com

10 maggio 2022 – Vinexposium, primo organizzatore al mondo di eventi dedicati al vino e agli spirits, mette ancora una volta la sua esperienza al servizio del settore.

Nella cornice della Bordeaux Wine Week, Vinexposium organizzerà il 20 e 21 giugno il Simposio « Act for Change» alla Cité du Vin : una serie di dibattiti per analizzare e cercare di comprendere il futuro del settore e quindi per riflettere e confrontarsi su possibili soluzioni durature.

Queste due giornate si inseriscono in un contesto più ampio esaminando il ruolo e l’adesione del settore all’interno dell’agenda di più vasta scala impostata dalle Nazioni Unite e dalla COP 26.

Il 20 e 21 giugno, esperti e professionisti di tutto il mondo si ritroveranno per comprendere e apprendere le grandi evoluzioni che ci aspettano e gli impatti che queste avranno sulla produzione, sul consumo e sulla distribuzione dei vini e alcolici nel 2030.

Lunedì 20 giugno
La prima giornata sarà dedicata alla decodifica dei grandi cambiamenti futuri e si soffermerà sulle principali evoluzioni che si imporranno nei prossimi anni.

• 9h30 : Qual è il futuro dei grandi vini ?
Dopo il discorso di apertura di Christophe Navarre, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Vinexposium, il simposio « Act for change » debutterà con uno scambio sul futuro dei grandi vini tra Olivier Bernard di Domaine de Chevalier ed ex-presidente di UGCB, e Xavier Rousset MS, ristoratore e fondatore di TRADE.

• 11h : L’evoluzione delle abitudini di consumo : quali profili organolettici sedurranno i consumatori nel 2030 ?
Il profilo organolettico dei vini e degli spirits cambierà nel 2030 ? Quali attestazioni e certificazioni ambientali richiederanno i consumatori a livello di produzione ? Questa prima tavola rotonda, moderata da Jane Anson, fondatrice di janeanson.com, insieme a Cathy Van Zyl MW, editrice associata della guida Platter dei vini sud-africani, analizzerà l’argomento sotto ogni sfaccettatura attraverso la lente dei consumatori del 2030.

• 14h30 : L’evoluzione delle abitudini di consumo : che tipologia di packaging affascinerà i consumatori del 2030 ?
In che modo lo sviluppo sostenibile influenzerà le scelte del packaging ? Con un panel di esperti come Damien Barton Sartorius, Château Langoa Barton e partner di Borough Wines, e Lucy Britner, caporedattrice di Drinks Retailing, si affronteranno le numerose innovazioni che tracciano la via a un futuro più ecologico per vini e alcolici.

• 16h : Viticoltura e cambiamento climatico : quali le conseguenze ?
I produttori sono in prima linea di fronte ai cambiamenti climatici. Pletore di risorse e di consulenti sono emersi in questi ultimi anni, ma quali sono le priorità e come aiutare i produttori a identifcare e anticipare ciò che li aspetta ? Questo tema importante sarà affrontato in un dibattito moderato da Rupert Joy – consulente e autore – in presenza di relatori coinvolti nella ricerca e impegnati in inizative degne di nota nel mondo come Nathalie Ollat, dottoressa in scienze agronomiche, ingegnere di ricerca INRAE e direttrice dell’UMR “Ecophysiologie et Génomique Fonctionnelle de la Vigne”.

• 17h45 : La digitalizzazione, i vini e gli spirits
La digitalizzazione è ovunque. E’ sempre più presente nella gestione quotidiana dei produttori : previsioni metereologiche, irrigazione… Questa sessione moderata da Robert Joseph coinvolgerà Cyril Grira, Direttore Retail & Omniclannel di Google France.

Martedì 21 giugno
Alla luce delle conclusioni del giorno precedente, il simposio « Act for Change » affronterà, nella seconda giornata, il ruolo dell’innovazione nella trasformazione delle pratiche vitivinicole e la rivoluzione della distribuzione nel mondo di domani.

• 9h30 : La geopolitica, il vino e gli spirits
Il mondo è regolarmente sottoposto a sconvolgimenti che si ripercuotono direttamente sui costi della produzione (il prezzo delle materie prime, del vetro, dei trasporti…) e della vendita (dogane, chiusura dei mercati…). Come si può far fronte a tutto questo ?
Christophe Navarre, Presidente del Consiglio di Amminitrazione di Vinexposium, ospiterà un importante testimone per far luce su queste questioni.

• 10h15 : L’agroecologia in materie di produzione : quali innovazioni ci aspettano in futuro ?
Quali cambiamenti responsabili si possono integrare nella viticoltura di domani ? Come aiutare i produttori a identificare le buone pratiche ? Quale ruolo per il potere pubblico ? Questa tavola rotonda, moderata dalla giornalista Tamlyn Currin, riunirà un ampio panel composto da produttori di diverse regioni vitivcole francesi e internazionali, tra i quali Katie Jackson, Vice-Presidente dello sviluppo sostenibile presso Jackson Family Wines, così come esperti dell’innovazione tecnologica e digitale e personalità del mondo politico.

• 14h30 : E-commerce o « hyper-local » : quali fattori influenzeranno i vini e gli alcolici nel 2030?
Globalizzazione, e-commerce, rincaro e decarbonizzazione della product chain, transparenza dei prezzi su internet, informazione sovrabbondante ai consumatori…. In che modo produttori e distributori potranno e dovranno reiventarsi per adattarsi e trarre vantaggio delle attuali tendenze ? Questa tavola rotonda moderata da Patrick Schmitt – redattore capo di Drinks Business – concluderà il simposio con un panel di specialisti della distribuzione e della comunicazione con i consumatori di domani, tra i quali Fabrice Bernard, Presidente di Millesima.

• 16h30 : Il futuro che attende vini e spirits all’orizzonte del 2030
Uno scambio nutrito di esperienze volto a una riflessione sul futuro che il settore si deve costruire alla luce dei cambiamenti in atto, delle evoluzioni future con Christophe Navarre, presidente di Vinexposium, intervistato da Robert Joseph.

Questo evento conferma l’impegno di Vinexposium al fianco del settore e deciso a portare delle risposte concrete agli sviluppo a breve e medio termine delle pratiche viticole e commerciali del settore.

La partecipazione all’evento online è libera e gratuita. L’evento verrà condotto in lingua inglese con traduzione in francese. Sarà possibile collegarsi per seguire il simposio in diretta, oppure fruire dei suoi contenuti succesivamente, sempre sul sito vinexposium-connect.com.

Grâce au soutien du Conseil Régional de la Nouvelle Aquitaine, de Bordeaux Métropole, de la Mairie de Bordeaux, du Conseil Interprofessionnel du Vin de Bordeaux et de la Cité du Vin le Symposium « Act for Change » se tiendra dans le cadre de la Bordeaux Wine Week.

A proposito della BORDEAUX WINE WEEK
La Bordeaux Wine Week è un evento inedito avviato da CCIBG (Chambre de Commerce et d’Industrie Bordeaux Gironde), CIVB (Conseil Interprofessionnel du Vin de Bordeaux), OTCBM (Office de Tourisme et des Congrès de Bordeaux Métropole), Vinexposium, UGCB (Union des Grands Crus de Bordeaux) e la Cité du Vin, e sostenuto dal Comune di Bordeaux, dal Bordeaux Métropole e dal Conseil Régional de la Nouvelle Aquitaine.

A proposito di VINEXPOSIUM
Vinexposium è il primo ente a livello mondiale di organizzaione di eventi dedicati al settore wine and spirits con un portfolio di eventi emblematici e riconosciuti e una offerta digitale disponibile 365 giorni l’anno su Vinexposium Connect.

PER INFORMAZIONI:
Media Relations, ITALIA :
Alessia Panzeca
Mob. +393356522242
[email protected]

Contacts presse VINEXPOSIUM
Camille Malavoy – Tel : 06 31 00 50 41 – Email : [email protected]